Un weekend a Livorno, tra gusto e cultura

Livorno, una gemma nascosta sulla costa toscana, è una meta perfetta per un weekend pieno di esperienze culinarie e culturali. Questa città portuale affascinante offre una combinazione unica di tradizioni marinare e opere d’arte mozzafiato. Immergiti nella sua atmosfera vivace passeggiando per il suo caratteristico centro storico, con i suoi affascinanti canali e pittoresche piazze. Assapora la deliziosa cucina toscana nei numerosi ristoranti e trattorie locali, dove puoi gustare piatti di pesce fresco e specialità locali come la cacciucco, una prelibatezza di livornese. Ammirare le opere d’arte nella Galleria degli Uffizi, situata nel suggestivo quartiere Venezia, o visitare il Museo di Storia Naturale, che ospita una collezione eccezionale di reperti scientifici. Inoltre, non perderti una passeggiata sul promontorio di Antignano per goderti un panorama mozzafiato sul mare e sull’arcipelago toscano. Un weekend a Livorno ti offre l’opportunità di immergerti nella cultura e nei sapori autentici della Toscana, creando ricordi indimenticabili.

Seguiteci nel nostro viaggio alla scoperta di un affascinante angolo di Toscana

Una visita a Livorno non può che cominciare dalla Terrazza Mascagni, il luogo più celebre e più amato della città. Ricostruita dopo la II Guerra Mondiale sopra quello che un tempo era il Forte dei Cavalleggeri – una fortezza a scopo difensivo, smantellata insieme alla sua torre nel 1872 -, la Terrazza esiste in realtà sin dal 1925. Da sempre è il balcone panoramico di Livorno, spettacolare al tramonto ma suggestiva sempre: col suo pavimento a scacchiera bianca e nera, e il mare a incorniciarla, è un indimenticabile benvenuto per una giornata o un weekend in città. Da qui, parte un’interessante passeggiata che conduce alla chiesa di San Jacopo, alla Baracchina Bianca e alla Baracchina Rossa, alla Scalinata di Antignano e a punti romantici che solamente la gente del luogo conosce, come lo Scoglio della Ballerina. Leggenda vuole che una donna attendesse il proprio uomo di ritorno dal mare fino a quando, un giorno, lui non tornò più. Si racconta che la donna, nell’attesa, ballasse nel vento. E che, un giorno, decise di salire sullo scoglio e di lanciarsi giù, in quel mare che già aveva preso l’uomo che tanto amava. Un pittore che conosceva la storia dipinse il vento di Libeccio su quello scoglio, ed in cima ad esso mise la ballerina, sulle punte, in procinto di lasciarsi andare. Chiamò il quadro “Lo scoglio della ballerina” e, da quel momento, per tutti i livornesi quel posto rimase esattamente così.

La fortezza vecchia

Visita Fortezza Vecchia Livorno

La fortezza vecchia è uno dei luoghi storici più importanti di Livorno. Situata nel porto di Livorno, la fortezza vecchia è stata costruita durante il XVI secolo per proteggere la città dalle invasioni nemiche.

La fortezza presenta una maestosa architettura rinascimentale e offre una vista panoramica mozzafiato su Livorno e il mare circostante. Oltre alla vista, i visitatori possono ammirare le mura e le torri imponenti, che sono state conservate nel corso dei secoli.

Leggi anche
Agriturismo in Toscana: l'ideale per degustare la cucina tipica

la fortezza vecchia rappresenta un sito storico affascinante e suggestivo da visitare durante un weekend a Livorno. La sua architettura rinascimentale, il panorama mozzafiato e il museo di storia naturale sono solo alcune delle attrazioni che la rendono un posto unico da esplorare.

La fortezza nuova

La fortezza nuova è uno dei principali luoghi di interesse storico di Livorno. Costruita nel XVI secolo dai Medici, questa possente struttura difensiva, situata nella parte settentrionale del centro storico, ha svolto un ruolo fondamentale nella protezione della città dagli attacchi provenienti dal mare.

Caratteristica distintiva della fortezza nuova è il suo imponente bastione a forma di stella, che offre una vista panoramica mozzafiato sulla città e sul mare. All’interno delle mura, i visitatori possono esplorare vari ambienti, tra cui i depositi di armi, le prigioni e le antiche casematte, che raccontano la storia delle difese di Livorno e dell’importanza strategica del porto.

Oggi, la fortezza nuova ospita anche alcuni spazi espositivi e culturali. Durante una visita alla fortezza, i visitatori possono immergersi nella storia e nella cultura di Livorno, scoprendo la sua evoluzione nel corso dei secoli.

La fortezza nuova rappresenta un importante punto di riferimento per gli appassionati di storia e per coloro che desiderano conoscere da vicino le antiche difese della città. Un luogo che non solo offre uno spettacolare panorama, ma che racchiude al suo interno una fonte inesauribile di conoscenza e di emozioni legate al passato di Livorno.

Il quartiere della Venezia

Tour Fossi e fortezza Vecchia

Il quartiere della Venezia è una delle zone più affascinanti di Livorno, con un’atmosfera suggestiva che ricorda l’omonima città veneziana. Situato nella zona orientale della città, questo quartiere si distingue per i suoi canali navigabili che lo attraversano e le caratteristiche vie che si sviluppano lungo di essi.

Una passeggiata lungo i canali offre un’esperienza unica, permettendo di ammirare da vicino le tradizionali barche da lavoro, chiamate “batane”, utilizzate dai pescatori locali. Queste imbarcazioni danno al quartiere un’atmosfera autentica e pittoresca.

Le vie del quartiere sono state intitolate a importanti personaggi veneziani, come la famosa Via dei Veneziani, il cuore del quartiere. Queste strade pittoresche sono caratterizzate da eleganti ponti con ringhiera di ferro battuto che attraversano i canali, creando un’armonia di colori e materiali che richiama lo stile architettonico veneziano.

Il quartiere della Venezia è anche noto per la sua vivace vita notturna, con molti locali che offrono intrattenimento dal vivo e musica dal vivo. Dalle piazze del quartiere si possono gustare specialità culinarie locali, come il celebre cacciucco livornese, una zuppa di pesce tipica della città.

Inoltre, questo quartiere è imbattibile per gli amanti della cultura, grazie alla presenza di numerosi edifici storici e musei. Ad esempio, si possono visitare la Fortezza Vecchia, antica roccaforte militare che offre una vista panoramica sulla città, e la chiesa di Santa Caterina, un importante luogo di culto con un’affascinante storia.

Leggi anche
Perché stipulare un'assicurazione di viaggio

Officine Storiche Dal Cantiere al Centro Commerciale

“Officine Storiche Dal Cantiere al Centro Commerciale” rappresenta una trasformazione di spazi industriali in zone dedicate al commercio e all’intrattenimento. Livorno, città ricca di storia e cultura, si distingue per il suo patrimonio industriale. Le Officine Storiche, che un tempo erano luoghi di lavoro per i cantieri navali, sono state riconvertite con successo in centri commerciali.

La ristrutturazione delle Officine Storiche ha permesso di preservare l’architettura e la storia di questi luoghi, trasformandoli in ambienti moderni e accoglienti. In questi centri commerciali, è possibile trovare una vasta selezione di negozi, ristoranti e servizi, offrendo una ricca esperienza di shopping e di svago.

Gli spazi delle Officine Storiche sono stati riadattati in modo creativo, mantenendo elementi caratteristici dell’epoca. Le strutture originali sono state restaurate e integrate con un design contemporaneo, creando una perfetta fusione tra il vecchio e il nuovo.

Queste aree commerciali offrono non solo la possibilità di fare acquisti, ma anche di immergersi nella storia della città. Visitare le Officine Storiche è un’opportunità unica per scoprire l’evoluzione di Livorno, dalla sua tradizione industriale alla sua trasformazione in un vivace centro commerciale.

Con l’apertura delle Officine Storiche al pubblico, Livorno ha dimostrato di saper valorizzare il suo patrimonio storico e industriale, offrendo al contempo un’esperienza ricca di opportunità di shopping e di intrattenimento. Questa iniziativa ha contribuito a rendere la città ancora più attrattiva per i turisti e i residenti, confermando il suo ruolo di centro culturale e commerciale.

Panoramica terrazza Mascagni Livorno

Un altro luogo che a Livorno è imperdibile, esattamente come lo è Terrazza Mascagni, è il Fosso Reale (o Fossi Medicei), che corre lungo i vecchi confini di difesa della città. Opera monumentale che vide l’impiego di 2000 schiavi e di 5000 contadini, contiene canali che – proprio come quelli di Venezia – erano pensati per l’irrigazione e per la navigazione. Oggi sono un po’ il tratto distintivo della città, e sono parte dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Giro in Battello a Livorno

Tour Fossi e la Venezia a Livorno

Come viverli al meglio? Salendo a bordo di un battello delle Guide Turistiche di Livorno Livorno Tour che – dal porto – conduce sin nel cuore di Livorno, con la voce di una guida a raccontare storie e leggende: una soluzione perfetta anche per i bambini, e per chi non ha voglia di percorrere a piedi lunghe distanze. Se invece si preferisce camminare, si può costeggiare il Fosso Reale e arrivare sino a Piazza della Repubblica, una tra le più grandi e pittoresche della città, costruita tra il 1838 e il 1845 per regalare alle vecchie stradine del quartiere un aspetto più moderno, e per adattarle al passaggio dei nuovi mezzi di trasporto che – a quell’epoca – la popolazione cominciava ad utilizzare. Proseguendo il giro del Fosso Reale, quasi a circumnavigarlo, si raggiunge il suggestivo quartiere Venezia: immancabile tra le cose da vedere a Livorno, è il vero centro storico della città con le sue chiese (imperdibile la chiesa di Santa Caterina) e i suoi palazzi. Da lì, volgendo lo sguardo al Fosso Reale, ecco irrompere in tutta la sua grandezza la Fortezza Nuova, fortificazione che rappresenta l’antico “Baluardo di San Francesco” della città pentagonale progettata da Bernardo Buontalenti e che – alla città – è collegata tramite un ponte e tramite piccole pontili mobili.

Leggi anche
Lavori subacquei e recupero navi affondate: un modo alternativo per preservare l’ambiente

In un quarto d’ora di cammino, dalla Fortezza Nuova si raggiunge il Porto di Livorno e – da qui – la Fortezza Vecchia, l’antica fortificazione eretta proprio a margine del Porto Mediceo e capace di racchiudere in sé l’intera storia della città, se si pensa che qui sono state rinvenute tracce d’insediamenti dell’Età del Bronzo, dell’Età del Ferro e poi dell’epoca etrusca e romana. Lasciandosi il mare alla destra, si scende poi verso i Quattro Mori, una statua in marmo su base bronzea che rappresenta Ferdinando I – colui che fece costruire la Fortezza per proteggere la città dalle continue invasioni dei pirati, dei mori e dei saraceni – con ai piedi i 4 mori incatenati. Si dice che, se si riesce a trovare il punto della piazza da cui sono visibili i nasi di tutti e 4 i mori contemporaneamente, allora si avrà fortuna: pronti a provarci?

A questo punto, si può tornare verso Piazza della Repubblica facendo tappa al Cisternino di Città, elegante edificio neoclassico costruito nella prima metà dell’Ottocento per soddisfare il fabbisogno idrico del centro di Livorno. Per la verità, i cisternini più belli sono il Cisternino di Pian di Rota – che si trova fuori dalla città, immerso nella campagna – e il Cisternone, monumentale serbatoio che è uno dei più importanti esempi in Italia di edificio in stile neoclassico. Perché è davvero piena di gioielli, Livorno. E, anche in un solo giorno, sa svelare i suoi splendidi tesori.

Durante il nostro breve soggiorno a Livorno abbiamo fatto sosta in questi hotel e ristoranti 

Dove dormire a Livorno

Hotel Palazzo

Cinque stelle dalla storia antica, dispone di 123 camere tra Classic, Superior, Deluxe, Junior Suites, Suites. Caratterizzato da un’eleganza unica, vanta al suo interno un ristorante panoramico e il centro benessere Tuscany Wellness & SPA. Prezzi a partire da 200 euro in camera doppia.

Dove mangiare a Livorno

Chezugo

Se hai voglia di una pizza gourmet, Chezhugo è ciò che fa al caso tuo. Splendido nelle sere d’estate, coi tavolini all’aperto affacciati sul Fosso Reale, questo locale frequentatissimo dai giovani ha in menù vere prelibatezze. Qualche esempio? La pizza cacio e pepe (con mozzarella di bufala campana DOP, pecorino romano DOP, pepe nero macinato e lardo di Colonnata IGP) e la Sophia Loren (con fiordilatte, mortadella di Bologna IGP, limone, granella di pistacchio, basilico fresco, pepe nero macinato).

Il Fanale

Perfetta per un pranzo veloce ma goloso, la pizzeria Il Fanale è anche un ristorante che prepara ottimi primi. Noi vi consigliamo di provare la pizza al metro: quella bianca con Lardo di Colonnata è un must.

La Barrocciaia ristorante Livorno

Le foto del Livorno Tour

 

Visita alla Fortezza Vecchia per la Manifestazione LabroniCon 2019

Questo articolo è stato utile ?

Grazie per il tuo feedback!

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!