Kimberly Stewart, una carriera da artista

Due occhi azzurri come il mare, capelli biondi come l’oro ed un fisico da paura, stiamo parlando della bellissima Kimberly Stewart, conosciuta per essere stata, l’attrice più sexy del mondo per ben due anni consecutivi.

Ma andando oltre la sua indiscussa bellezza, possiamo dire che Kimberly Stewart è un artista a tutto tondo, una donna che ha dimostrato nel corso della sua lunga carriera, di non essere solo bella, ma di possedere grandi qualità e grandi capacità in diversi campi.

Modella, attrice, stilista, * socialite ed anche produttrice. D’altronde, buon sangue non mente.

Kimberly Stewart figlia d’arte, nasce il 21 agosto 1979 a Holmby Hills, in California dal cantante Rod Stewart e dall’attrice Alana Stewart.

Ma ripercorriamo in breve la sua intensa carriera.

Kimberly Stewart

Kimberly Stewart gli studi

Dopo aver frequentato la Buckley School di Sherman Oaks, in California, Kimberly Stewart si trasferisce a Londra per studiare teatro con insegnanti del calibro di Barbara Houseman, Penny Dyer e Mark Meylan.

I successi non tardano di certo ad arrivare.

Leggi anche
Kimberly Stewart, l'attrice più sexy del mondo

I suoi primi ruoli da attrice

Infatti, nel 1998, Kimberly ottiene la sua prima parte nella serie TV ‘Pacific Blue’. Da allora è stata un escalation per la sua carriera. Interpreta infatti vari ruoli in diversi film e serie tv.

Nel 1999 ottiene la sua prima parte nel suo primo film in bianco e nero con Robert Downey Jr. Recita anche in Agatha Christie’s Poirot, Going to California nel 2001, Undeclared nel 2002, Homecoming’ed anche un ruolo nel genere horror ‘Lost Lake’.

La carriera da modella

Oltre ad affermarsi come attrice, Kimberly Stewart ha avuto successo anche come modella. Il suo volto è infatti, apparso sulle copertine delle riviste di moda più prestigiose come Tatler e German Vanity Fair.

Lo scatto dello scandalo

In più occasioni, la modella californiana ha inoltre posato nuda. Ma il nudo che più di tutti ha suscitato un certo sgomento è quello immortalato nel 2008, per la rivista Vogue Italia. In quell’occasione Kimberly Stewart ha infatti posato nuda con un crocifisso. Lo scatto non è di certo passato inosservato. La foto è infatti arrivata fino in Vaticano. Lo sgomento è stato tale da arrivare al punto di vietare all’attrice l’ingresso in città.

Kimberly Stewart

 

La carriera da stilista

Questo episodio non arresta di certo la sua carriera, al contrario Kimberly dimostra di avere un talento così spiccato per il settore della moda che inizia a lavorare e collaborare per le più grandi e conosciute aziende del settore. Un esempio? American Vogue, Italian Vogue, L’uomo Vogue, Richard Tyler, Vanity Fair, Tommy Hilfiger, Catherine Malandrino, Elle, Chrome Hearts, MaxMara, House of Field, Tatler e InStyle.

Ma la collezione dei successi di questa incredibile donna non sono ancora finiti.
Aveva solo 19 anni, quando Kimberly ha lanciato una collezione di moda tutta sua, ovvero, la ‘Pinky Starfish‘. Una collezione realizzata con tessuti vintage provenienti dalla Francia.

Da attrice a produttore cinematografico

Ma si fa notare non solo per le sue forme da capogiro, ma anche per essere un eccezionale produttore cinematografico americano, tanto da fondare la sua società di produzione “K Period Media”. Tra i suoi successi ricordiamo il film Through a Lens Darkly, Black Photographers and the Emergence of a People nel 2014, mentre nel 2016 ha prodotto Manchester by the Sea.

Kimberly Stewart mamma

Che dire, una donna davvero inarrestabile. Ma il suo più grande successo lo ottiene quando nel 2011, nasce la sua bambina Delilah, avuta dalla breve relazione con l’attore portoricano Benicio del Toro.

Alana Kimberly Stewart è la dimostrazione di chi nella vita per affermarsi ha dovuto studiare ed impegnarsi molto. Certo il suo aspetto fisico l’ha aiutata in molte occasioni, ma per andare avanti ha dovuto dimostrare che  dietro i suoi bellissimi occhi azzurri e dietro le sue bellissime gambe, c’era molto di più. E beh, ci è riuscita brillantemente.

Fonte Immagini: Depositphotos

Questo articolo è stato utile ?

Grazie per il tuo feedback!

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!