Furto e compravendita di dati sensibili: cosa fare?

Il furto e la compravendita di informazioni sensibili sono diventati un fenomeno preoccupante nell’era digitale in cui viviamo. Con il crescente numero di dati personali e finanziari che vengono archiviati online, il rischio di cadere vittima di tali attività è aumentato considerevolmente. Uno degli aspetti più oscuri di questo sottobosco digitale è rappresentato dal cosiddetto “dark web”.

Ma cos’è il dark web, e come funziona?

Vediamo quali sono alcuni consigli da seguire per proteggere le nostre informazioni sensibili.

Cos’è il dark web

Il dark web è una parte nascosta e criptata di Internet che non è facilmente accessibile tramite i motori di ricerca tradizionali. Per accedere al dark web, è necessario utilizzare software speciale, come il browser Tor, che consente agli utenti di navigare in modo anonimo. Questo livello di anonimato rende il dark web un ambiente fertile per attività illegali, compreso il furto e la compravendita di informazioni sensibili.

Le informazioni sensibili sul dark web

Hai mai pensato a quanto valgono le tue informazioni nel dark web?

Sul dark web, le informazioni sensibili vengono scambiate come merce di valore. Queste informazioni includono dettagli personali come nomi, indirizzi, numeri di telefono, dati bancari, password e persino informazioni mediche. I criminali informatici si dedicano al furto di tali informazioni da varie fonti, inclusi attacchi di phishing, malware e violazioni dei dati. Successivamente, le informazioni rubate vengono vendute sul dark web a compratori interessati, che le utilizzano per scopi illegali come il furto di identità, la frode finanziaria e il ricatto.

Gli specialisti in sicurezza informatica di ExpressVPN hanno eseguito un’attenta analisi di vari siti web della darknet. Hanno preso in considerazione gli indici dei prezzi degli anni passati, come ad esempio il rapporto annuale di Privacy Affairs, al fine di determinare i prodotti più richiesti sul dark web. Tra questi, figurano dati di carte di credito, documenti falsi e informazioni compromesse, ognuno con dei prezzi variabili.

Benché possa sembrare costoso ottenere patenti di guida, documenti d’identità e passaporti falsi, non è garantito che essi abbiano successo nei controlli di immigrazione, o che siano sempre funzionanti. L’analisi ha altresì rivelato che i documenti fisici contraffatti risultano più costosi rispetto alle copie digitali e sono più ardui da reperire.

Leggi anche
Deep web: il lato oscuro del web

I rischi del dark web

Il dark web presenta numerosi rischi per gli utenti inconsapevoli. Innanzitutto, quando si acquistano informazioni sensibili, si alimenta un mercato criminale che prospera sul furto e lo sfruttamento delle persone. In secondo luogo, le persone che cadono vittime del furto di informazioni sensibili possono subire gravi conseguenze finanziarie e legali. Il rischio di identità rubate, frodi bancarie e danni alla reputazione è molto reale. Inoltre, il dark web è anche un terreno fertile per il commercio di armi illegali, droghe e altri beni illeciti.

Consigli per proteggere le informazioni sensibili

VPN per proteggere le informazioni sensibili

Nonostante il pericolo rappresentato dal dark web, ci sono passi che possiamo intraprendere per proteggere le nostre informazioni sensibili. Ecco alcuni consigli utili:

  • Utilizzare password forti: Utilizzare password lunghe e complesse per tutti gli account online, evitando combinazioni ovvie come “123456” o “password”. È anche consigliabile utilizzare l’autenticazione a due fattori quando possibile.
  • Essere cauti con l’invio di informazioni personali: Evitare di fornire informazioni sensibili su siti web non affidabili o tramite e-mail non sicure. Verificare sempre la sicurezza di un sito web prima di inserire i propri dati.
  • Aggiornare regolarmente il software: Mantenere sempre aggiornati i sistemi operativi e i programmi antivirus per proteggere il computer da vulnerabilità note.
  • Evitare di fare clic su link sospetti: Evitare di cliccare su link provenienti da fonti non affidabili, in quanto potrebbero essere trappole per il phishing.
  • Monitorare attentamente le attività finanziarie: Controllare regolarmente gli estratti conto bancari e le transazioni finanziarie per individuare eventuali attività sospette o non autorizzate.

Il furto e la compravendita di informazioni sensibili rappresentano una minaccia reale nell’era digitale. Il dark web offre un ambiente ideale per i criminali informatici, dove possono scambiare informazioni personali come merce di valore. È fondamentale adottare misure precauzionali per proteggere le proprie informazioni, come l’utilizzo di password forti, l’attenzione nell’invio di dati personali e il monitoraggio attento delle attività finanziarie. Solo attraverso una consapevolezza e una prudenza costanti possiamo ridurre il rischio di diventare vittime di questo fenomeno inquietante.

Fonte Immagini: Depositphotos

Questo articolo è stato utile ?

Grazie per il tuo feedback!

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!