Il suicidio uccide più persone di guerre, omicidi e disastri

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni 40 secondi qualcuno nel mondo si suicida.

L’agenzia di salute delle Nazioni Unite ha presentato il primo rapporto sul suicidio, che rivela che nel mondo ogni 40 secondi una persona si toglie la vita. In numeri assoluti, ciò significa che 800.000 persone si suicidano ogni anno, un dato che supera le 500.000 vittime di omicidio, e le 200.000 persone che muoiono a causa di guerre o disastri naturali.

“Il suicidio è un problema nascosto in relazione al quale è errato pensare che il più alto numero di suicidi siano commessi nei paesi sviluppati. Questo non è vero. Il 75% dei suicidi si verifica nei paesi in via di sviluppo “, ha dichiarato in una conferenza stampa Shekar Saxena, direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’OMS. Le cifre del rapporto dell’OMS sono basate sulle stime dei dati raccolte dall’organizzazione, consapevole del fatto che, in realtà, ci sono molti più casi che non vengono conteggiati.

Il suicidio nascosto

In effetti, uno dei problemi principali è lo stigma e il tabù che circonda il suicidio, e il fatto che almeno 35 paesi hanno leggi che proibiscono o penalizzano l’atto del suicidio. “Questo è molto pericoloso perché è un impedimento a chiedere aiuto. La persona che pensa al suicidio non cerca aiuto per paura che ci siano ritorsioni sulla sua famiglia”, afferma Saxena.

“Ci casi assurdi in cui, per esempio, una persona che ha preso una dose eccessiva di droga finisce in carcere, piuttosto che in un centro di salute”, ha detto, a sua volta, Ella Arensman, presidente dell’Associazione Internazionale per la Prevenzione del Suicidio.

Data questa realtà, l’OMS ha esortato i governi ad abrogare tali leggi e, invece, attuare piani di prevenzione sul suicidio. Solo 28 paesi nel mondo hanno un piano strategico per prevenire il suicidio della sua popolazione, e solo circa il 60 raccolgono dati su questo fenomeno.

Il Suicidio secondo Giornalisti e Tabloid

L’OMS ritiene inoltre che i media dovrebbero fare un giornalismo responsabile quando si parla del suicidio. “E ‘dimostrato che quando i media pubblicano notizie sensazionalistiche sul suicidio, le persone vulnerabili che stanno pensando di togliersi la vita tendono a portare a termine il loro scopo in quanto si identificano con il problema della persona e trovano soluzione nel suicidio” dichiara Arensman.

Suicidio socioeconomico

Per quanto riguarda le cause di suicidio, nei paesi sviluppati questa pratica è legata a disturbi mentali, in particolare causate da abuso di alcool e depressione. Tuttavia, la causa principale dei suicidi avviene in famiglie a basso reddito a causa della pressione e dello stress per i problemi socio-economici.

Inoltre, molti suicidi sono di persone che hanno subito una guerra, calamità naturali, violenza fisica o mentale, abuso o l’isolamento. Inoltre, i tassi di suicidio sono alti tra le persone che soffrono di discriminazione, come i rifugiati, gli immigrati, omosessuali e prigionieri.

Il suicidio dei giovani

Anche se i tassi di suicidio sono più elevati tra gli anziani dopo i 70 anni, questa è la seconda causa di morte per le persone di età compresa tra 15-29 anni. In generale, più uomini che donne si suicidano. Nei paesi ricchi, tre volte più uomini che donne si tolgono la vita. Per quanto riguarda il metodo utilizzato, il 30% dei suicidi sono provocati da avvelenamento da pesticidi nei centri agricoli; altri sistemi comuni sono l’impiccagione e l’uso di armi da fuoco.

“Ci sono prove che, se è impedito l’uso di un mezzo (per suicidio), i tassi di suicidio diminuiscono drasticamente, perché altri mezzi non sono disponibili per sostituirli”, ha detto Arensman. Secondo il Rapporto sulle armi in Europa e negli Stati Uniti il ​​numero di suicidi eseguiti con armi da fuoco supera quello degli omicidi.

Questo articolo è stato utile ?

Grazie per il tuo feedback!

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • facebookinstagramlinkedin twitter pinterest retenews

  • error: Content is protected !!