Menu Chiudi

Il cuore selvatico del ginepro

Il cuore selvatico del ginepro

Il cuore selvatico del gineprodi

Vanessa Roggeri

Se vi piacciono le storie di piccoli paesi antichi, di luoghi magici, di streghe, superstizioni e drammi familiari, allora Il cuore selvatico del ginepro di Vanessa Roggeri, non può mancare nella vostra libreria. Se siete sardi, v’incuriosirà scoprire tradizioni ed usanze dei tempi andati e se non lo siete è un’occasione per apprendere qualcosa in più sui miti e leggende di questo straordinario popolo.

Baghintos, Sardegna, 31 ottobre 1880. I fulmini squarciano il cielo, l’acqua si rovescia a grandi scrosci e c’è gran fermento in famiglia Zara perchè Assunta sta per partorire il settimo bambino. Le altre bambine di casa Zara stanno alla finestra per scoprire se i defunti accetteranno la loro offerta, o per lo meno per vederne qualcuno aggirarsi nei dintorni. Gli uomini di casa Zara attendono nervosamente, mentre un’anziana signora prega che il bambino non sia una femmina.Il cuore selvatico del ginepro

Invece nasce proprio una bambina, una piccola che presenta già due dentini ed una piccola coda, non c’è dubbio: è una coga, una sorta di spirito maligno che diverrà una strega malvagia, sempre in cerca di sangue e bambini piccoli di cui sfamarsi. Assunta non vuole neanche vederla e viene consegnata al padre Severino, che istigato dal padre, cerca di liberarsene per evitare che ogni sorta di sventura si abbatta sulla sua casa. Ma il suo cuore di padre non può, così la piccola viene esposta alle intemperie affinchè muoia. La maggiore delle sorelle, Lucia, spia il padre e decisa a scoprire cosa c’è nel fagotto lo ruba, scoprendo per la prima volta la sua sorellina. La bimba è salva, gli Zara son costretti a tenerla, la chiamano Iannetta, la relegano in casa, lontano da tutti. Nessuno può vederla, nessuno può parlarle, è una coga, una che porta solo disgrazie.Il cuore selvatico del ginepro

Lucia tuttavia è un tipo ribelle e cerca di spiare la sorellina, scontrandosi contro la superstizione dei grandi e delle sue stesse sorelle. Iannetta cresce come un animale selvatico, più a suo agio fuori che in casa, emarginata da tutti, evitata da tutti. Ogni volta che è in casa si sente ripetere in continuazione che è una coga, che è malvagia, maledetta e dovrebbe morire. Assunta la madre, sembra estraniarsi dal mondo, Lucia e le sue sorelle crescono, Iannetta le spia e poi improvvisamente una dopo l’altra le tragedie si abbattono sopra casa Zara. Lucia è l’unica a non arrendersi all’idea che sua sorella non sia un essere malvagio, ma per quanto riuscirà a resistere a quanti cercano d’inculcarle la superstizione? Qualcuno, in casa Zara, trama contro di lei, perchè?

***

Il cuore selvatico del ginepro

Una fiaba nera, ecco come si potrebbe descrivere Il cuore selvatico del ginepro, c’è un’eroina, un principe che accorre in soccorso, ma ci sono anche spiriti maligni e presunte streghe buone o cattive che siano. Una storia affascinante ma anche triste e drammatica: sulla vita, la morte, la superstizione, il dolore ma anche la famiglia, i legami e le tradizioni. Le paure ataviche ci sono tutte in questo libro (i temporali, gli spettri, le streghe, le fate, le maledizioni) e vengono alimentate senza sosta dai pettegolezzi e dalla credenza popolare. Iannetta, nata deforme, è considerata una creatura malvagia destinata a fare del male e per questo condannata da tutti. Davvero potrebbe esserlo? Non lo è senz’altro, ma a causa del fenomeno psicologico della profezia che si autoadempie fa di tutto per conformarsi. Ammirevole il coraggio di Lucia, il cui innato affetto per la sorella supera le mostruosità compiute da chi le circonda. Ma può una donna sola fermare un paese accecato dalla superstizione?

Una tematica molto seria, uno stile narrativo semplice ma avvincente, bravissima nelle descrizioni, nel ricreare gli ambienti e le situazioni, nel forgiare un destino che si compie fra liete notizie e tragedie.

Buona lettura.

pinit fg en rect red 28 - Il cuore selvatico del ginepro

Ti è stato utile questo articolo?

Clicca e vota!

Valutazione / 5. Voti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.