Specchio da bagno: come scegliere quello giusto

Shares

Un elemento molto importante dell’arredamento del bagno è lo specchio, poiché costituisce un accessorio indispensabile per tutti gli inquilini della casa che utilizzano regolarmente il lavabo. La collocazione più classica delle specchiere da bagno, infatti, è al di sopra della cassettiera o del mobile sul quale è installato il lavandino, per motivi di semplice funzionalità: avere a disposizione uno specchio è indispensabile per radersi, truccarsi e sistemare l’acconciatura, avendo a disposizione i prodotti e gli accessori necessari. In questo articolo vedremo come scegliere quello più adatto ad ogni tipologia di bagno.

I vari tipi di specchio

Esistono svariati modelli di specchi da bagno, in grado di rispondere ad ogni tipo di esigenza pratica ed estetica. Quelli più semplici sono costituiti da una superficie riflettente sagomata, dalla forma molto semplice (in genere tonda o quadrata) con il solo profilo cromato. Gli specchi di questo tipo non hanno dispositivi di illuminazione integrati e per questo rappresentano una soluzione particolarmente versatile. Per quanto riguarda le dimensioni, la larghezza (o il diametro) va da un minimo di 40 cm ad un massimo di 150 cm.

Gli specchi incorniciati, invece, presentano una modanatura oppure sono allestiti all’interno di un telaio; i modelli che includono dei vani contenitori, come ad esempio dei piccoli scaffali per riporre i prodotti da barba o i cosmetici, possono essere di due tipi: quelli più classici presentano i contenitori opachi (o specchiati) ai lati dello specchio mentre le varianti più moderne nascondono i ripiani dietro un’unica superficie riflettente composta da due o più lastre. Gli specchi incorniciati si distinguono anche per lo stile dell’intelaiatura: quelle in legno di solito presentano modanature tornite e per questo si adattano maggiormente ad essere collocate all’interno di bagni arredati in stile classico; i telai, invece, sono strutture più complesse, possono includere dispositivi di retroilluminazione a LED e presentano, in genere, finiture cromate e linee dal taglio più moderne, che si ben si abbinano a bagni contemporanei o minimal.

Leggi anche
Differenti tipi di porta per garage

specchio per bagno moderno 800x533 - Specchio da bagno: come scegliere quello giusto

Cosa valutare al momento della scelta

Bisogna tenere in conto diversi fattori quando si sceglie uno specchio da bagno. Il primo è lo spazio a disposizione, ovvero la superficie sulla quale sarà possibile montare l’accessorio. È bene quindi conoscere con precisione sia su quanto spazio si può contare sia le dimensioni effettive dello specchio, proprio per fare una valutazione di acquisto più consapevole. Una volta capito quale può essere lo spazio da occupare con lo specchio da bagno, per l’acquisto ci si può affidare anche agli e-commerce di settore, come ad esempio Inbagno, dove è possibile consultare le specifiche tecniche di ogni specchiera grazie a delle schede prodotto dettagliate.

In secondo luogo, la scelta deve essere congruente con lo stile del bagno: se quest’ultimo è già arredato, si può far riferimento agli altri elementi di arredo già presenti. Infine, non vanno sottovalutate le dimensioni dell’ambiente, che possono influenzare la scelta in termini di forma e grandezza. Nei bagni grandi, ad esempio, è possibile adottare soluzioni più azzardate: specchi grandi e dal profilo irregolare possono conferire all’interno ambiente un tocco caratterizzante e maggiore luminosità. Di contro, nei bagni di dimensioni più ridotte, è consigliabile optare per specchi non incorniciati, con il solo profilo cromato; in tal modo, il bagno sembrerà più spazioso. Per ottimizzare gli spazi a disposizione, si può optare per uno specchio dotato di contenitori.

La scelta dello specchio va di pari passo con quella dell’illuminazione; la fonte di luce, infatti, deve migliorare la funzionalità dell’ambiente. In altre parole, la proiezione luminosa non deve essere né troppo forte (altrimenti il riflesso può risultare abbagliante) né troppo debole, con il rischio di creare fastidiose zone d’ombra. Da questo punto di vista, gli specchi retroilluminati possono rappresentare una buona soluzione: la luce diffusa delle lampadine a LED limita ombre e riflessi, offrendo un irraggiamento uniforme.

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.