Categories: Turismo

Pitigliano: la città dell’Arte e del Tufo

La Piccola Gerusalemme

Nel cuore della Maremma Toscana si trova Pitigliano, la città dell’Arte del Tufo.
Si tratta di un affascinante borgo detto anche La Piccola Gerusalemme, il soprannome si deve al fatto che dal XVI secolo ospitò una grande comunità ebraica.

Lasciamoci incantare dal meraviglioso paesaggio: i freschi torrenti, la rupe di tufo sul quale è arroccata la città e la rigogliosa natura in cui tutto ciò è incastonato.

Breve storia di Pitigliano

Ha un origine molto antica: si narra che fu fondata da due giovani romani Petilio e Celiano, leggenda vuole che i due rubarono la corona d’oro di Zeus e poi costruirono una città nella rupe di tufo.
Leggenda a parte sappiamo che l’area fu già abitata nel Neolitico, poi colonizzata dagli Etruschi e nel 1061 divenne proprietà dei conti Aldobardeschi, da questi passò agli Orsini. Nel 1604 Pitigliano fu annessa al granducato di Toscana e nel 1737 passò ai Lorena riprendendosi economicamente e vedendo così fiorire le attività culturali.

Pitigliano cosa vedere

Partiamo dai monumenti e dalle architetture civili.

Palazzo Orsini
Costruito nel 1823 dalla Società Filodrammatica dei Ravvivati fu residenza della famiglia Orsini.

Acquedotto Mediceo
Una struttura per l’approvvigionamento idrico che è anche un grande simbolo di evoluzione della città: fu voluta dagli Orsini, proseguita in epoca medicea e poi restaurata dai Lorena.

Ghetto Ebraico
Qui vi risedeva la comunità ebraica possiamo visitare: la Sinagoga, il Forno delle Azzime, la Macelleria Kasher, la Cantina, il Museo ed il Bagno Rituale.

Museo Archeologico della Civiltà Etrusca
Si trova in un’ala di Palazzo Orsini, vi ammiriamo reperti rinvenuti nella Necropoli di Poggio Buco.

Museo di Palazzo Orsini
Nelle ventuno sale possiamo ammirare affreschi e soffitti quattrocenteschi dipinti, arredi d’epoca, opere di oreficeria e argenteria, monete, sculture lignee, dipinti su tela e su tavola.

Museo Archeologico all’Aperto Alberto Manzi
Inaugurato nel 2004 e dedicato ad Alberto Manzi celebre maestro di “Non è mai troppo tardi”. Il museo è suddiviso nella “città dei vivi” e nella “città dei morti”: nel primo ammiriamo due modelli di abitazione in scala reale (una capanna dell’età del Bronzo finale XII-XI secolo a.C. ed un’abitazione etrusca dell’età arcaica VII-VI secolo a.C.); nella seconda troviamo la Necropoli del Gradone.

Le chiese

La cattedrale dei Santi Pietro e Paolo
Si tratta del Duomo di Pitigliano, costruita in epoca medievale e successivamente ristrutturata. All’interno ammiriamo le cappelle laterali in stile barocco e varie opere d’arte che spaziano prevalentemente tra il XVII e il XIX secolo.

Santuario della Madonna delle Grazie
Edificato nel XIV secolo come cappella rurale e trasformato poi in santuario dedicato alla Vergine nel corso del XVI secolo.

Chiesa di Santa Maria e San Rocco
Sorta nel XII secolo sulle macerie di un tempio pagano, ospita una cospicua raccolta di opere pittoriche del XVII secolo.

Chiesa e convento di San Francesco
Progettati da Antonio da Sangallo il Giovane. All’interno troviamo un affresco della Madonna col Bambino degli inizi del XVI secolo.

Castelli e fortificazioni

Castel dell’Aquila
Una fortificazione medievale che si trova presso il fiume Fiora, ne ammiriamo i ruderi.
Castello di Morrano
Si trova in località Morranaccio e risale al IX secolo, fu possedimento degli Aldobrandeschi e in seguito presidio del Comune di Orvieto. Ne ammiriamo i ruderi.

Pitigliano mappa

Pitigliano come arrivare

In auto
Attraversato la SS74 che unisce Orvieto ed Albinia
In bus
Utilizzando i collegamenti da Grosseto, Orvieto e Viterbo.
In treno
Le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di Albinia, Orbetello, Grosseto e Viterbo, dalla stazione, potete raggiungere Pitigliano in autobus, per la Toscana con la linea Tiemme, per il Lazio con la linea Cotral.
In aereo
Gli aeroporti più vicino sono: Roma Fiumicino – 155km – Firenze – 237km – Pisa – 241 km

Pitigliano e dintorni

A pochi minuti da Pitigliano ci sono Le Terme di Saturnia con le sue acque dagli effetti benefici, Sorano e l’Area Archeologica di Sovana e come ciliegina sulla torta Montemerano uno dei borghi più belli d’italia.

Ultima News

Chernobyl natura ed ambiente, l’altra faccia della medaglia

Caso Chernobyl, può esserci un’altra faccia della medaglia? La natura e l’ambiente quanto ne hanno…

Perché scegliere le fotocamere mirrorless

Le fotocamere mirrorless sono delle macchine fotografiche digitali compatte, estremamente avanzate sia per quanto riguarda…

Come mantenere la casa fresca in estate (la guida)

Dopo un lungo inverno trascorso a riscaldare le nostre abitazioni con stufe, termosifoni, camini, condizionatori…

Mappatura dei nei, come preparare la pelle per l’estate

La bella stagione è ormai alle porte, ma prima di andare al mare vogliamo suggerirvi…

Le friselle pugliesi: come prepararle e come condirle

Da pugliese Doc, non potevo non dedicare uno spazio alle specialità culinarie della mia amata…

Polo da uomo, la classe con comodità ed eleganza

La polo da uomo è uno dei capi d’abbigliamento più richiesti in assoluto. Che si…

Questo sito utilizza i cookies.