terme di Saturnia - Cascate del Mulino

Le migliori terme naturali in Toscana

5Shares

Visitare una delle sorgenti termali della Toscana è un’esperienza memorabile e magica che dovete aggiungere al vostro itinerario perché vi assicuriamo che sarà indimenticabile.

La Toscana ospita una grande varietà di sorgenti termali, ma noi vi elenchiamo le quattro migliori sorgenti naturali della zona! E ancora meglio? Queste sorgenti sono gratuite!

Ma quali sono queste terme naturali in Toscana?

Le sorgenti termali di Saturnia – Cascate del Mulino

terme di Saturnia - Cascate del Mulino

Le Cascate del Mulino di Saturnia sono tra le più belle sorgenti termali d’Italia e sono gratuite!

Fanno parte delle famose Terme di Saturnia, situate nella Maremma toscana meridionale.

L’acqua calda (37,5°C tutto l’anno) che sgorga dalla sorgente è stata goduta e apprezzata fin dai tempi degli Etruschi, e i Romani fecero costruire il primo bagno pubblico della storia ad Aurinia, il centro di Saturnia.

Originate dal Monte Amiata, un tempo vulcano, le acque sulfuree confluiscono nella grande cascata alimentata dal torrente termale Gorello.

La caduta dell’acqua ha scavato nel corso dei secoli numerose vasche nella roccia di travertino, portando alla creazione di pozze naturali dove è possibile fare il bagno.

Chi soffre di problemi respiratori, cardiovascolari, muscolari, articolari, digestivi o di pressione sanguigna trarrebbe beneficio dai diversi minerali presenti nell’acqua.

terme di Saturnia - Cascate del Mulino

Dove si trovano le sorgenti termali di Saturnia – Cascate del Mulino

Terme di Petriolo

Terme di Petriolo
fonte foto https://www.wikiwand.com/it/Terme_di_Petriolo

Le Terme di Petriolo sono come un parco giochi all’aperto. Situate sulle rive del fiume Farma, a soli venti minuti da Siena, sono un parco acquatico immerso nella natura.

Leggi anche
Cosa vedere in Toscana in autunno e in inverno

Le sorgenti termali sgorgano in superficie a 42 gradi centigradi e, nel corso dei secoli, i minerali accumulati hanno formato piscine naturali in cui immergersi.

Alcune piscine artificiali creano aree di immersione e di nuoto più profonde, mentre cascate calde scendono sulle sponde poco profonde per spruzzare divertimento.

Ci sono anche strutture termali private con piscine, vasche e trattamenti termali come trattamenti per il viso e massaggi terapeutici.
La zona era nota in epoca etrusca e romana, che utilizzavano le calde acque sulfuree per cure mediche.

Ci sono rovine di un complesso termale romano nella zona. Petriolo si sviluppò in epoca rinascimentale con la costruzione di uno stabilimento balneare in pietra, completo di loggia.

Attirò importanti fiorentini e altra nobiltà da tutto il centro Italia, oltre a Papi.

Si dice che l’acqua altamente solforosa sia curativa per una vasta gamma di disturbi, mentre il fango risultante è buono per le condizioni della pelle o per trattamenti viso antietà che levigano le rughe e rendono la pelle setosa.

L’ambiente tra i boschi e lungo il fiume è incantevole, e Petriolo confina con una riserva naturale, dove ci sono sentieri e aree pic-nic.

Per la storia vi rimandiamo al sito www.wikiwand.com

Dove si trovano le Terme di Petriolo

Sorgenti termali di Bagno Vignoni

Sorgenti termali di Bagno Vignoni

Le sorgenti termali di Bagno Vignoni si trovano nel cuore della Val d’Orcia, in provincia di Siena. Si tratta di uno dei più importanti e antichi siti termali della Toscana.

Le sorgenti termali di Bagno Vignoni, probabilmente note già in epoca etrusca, erano sicuramente apprezzate dai Romani, come testimoniano numerosi reperti archeologici.

Grazie alla sua posizione strategica lungo la Via Francigena, era un luogo popolare non solo per i pellegrini.

Anche artisti famosi e personaggi storici come Papa Pio II, Caterina da Siena e Lorenzo il Magnifico amavano questo luogo meraviglioso.

Le acque termali sono caratterizzate da alte concentrazioni di cloruro di sodio (circa il 22%), bicarbonato e ioni solfato.

Leggi anche
Paura del dentista - Odontofobia: cos’è e come superarla

Si ritiene che abbiano proprietà terapeutiche:

  • Per il trattamento di reumatismi
  • Artrite e altre malattie articolari
  • Per migliorare la circolazione sanguigna
  • Per ridurre il dolore
  • Per trattare l’affaticamento muscolare causato da attività sportive o lavori ripetitivi
  • Per aumentare la vitalità
  • Per migliorare le condizioni della pelle come l’acne o la psoriasi
  • Per alleviare i disturbi da stress/ansia causati da un’eccessiva attività mentale (ad esempio gli studenti)

Sorgenti termali di Bagno Vignoni

Dove si trovano le Sorgenti termali di Bagno Vignoni

Sorgenti termali di Bagni di San Filippo

Fosso Bianco, le terme libere di Bagni San Filippo

Serenità e pace al massimo. Le sorgenti termali di Bagni San Filippo sono nascoste nella natura selvaggia e sono una delle attrazioni più belle della zona.

Le loro acque, ricche soprattutto di zolfo, sgorgano direttamente dalla terra in un piccolo ruscello.

Nel corso dei millenni si sono formate numerose formazioni di calcare, dando vita a grandiose formazioni rocciose e a cascate calcaree.

La temperatura dell’acqua è di circa 25°C, il che rende piacevole fare il bagno qui.

Le terme si trovano in un contesto fiabesco: circondate da boschi verde scuro e da vasche azzurre di acqua calda.

Le persone si sono bagnate qui fin dagli Etruschi e dai Romani. Le enormi cascate bianche e le piscine sinterizzate creano un’atmosfera quasi surreale.

Balena Bianca le terme libere di Bagni San Filippo

Dove si trovano le Sorgenti termali di Bagni di San Filippo

5Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.