fbpx

Cesena, perché vivere nella “città dei tre papi”

Articolo aggiornato il 7 Maggio 2020

A metà strada tra mare e collina e a pochi passi dagli Appennini, Cesena è una città, come si suol dire, a misura d’uomo. Nonostante le medie dimensioni (a fine 2019 il territorio comunale contava circa 97.025 abitanti), possiede l’innata capacità di far sentire chiunque a casa. Forse per la sua semplicità, probabilmente per la sua bellezza, sicuramente per la facilità con cui, a piedi o in bicicletta, si può raggiungere ogni angolo della città, passeggiando per Cesena si respira un’atmosfera rilassante e che mette allegria.

Inoltre, in particolare negli ultimi decenni, il comune si è distinto per essere diventato un polo economico ed universitario d’eccellenza; non è un caso, infatti, che la richiesta, da parte di studenti e professionisti, di case in vendita e in affitto a Cesena, sia in costante aumento anno dopo anno. L’amministrazione comunale, infine, ha saputo dare una svolta green alla città, anche e soprattutto per mettere in risalto le bellezze naturalistiche di questo territorio.

Partiamo da una vista privilegiata della città, per iniziare a raccontarvi di Cesena e dei perché vivere in questa meravigliosa città.

Cesena Teatro Comunale Bonci - Cesena, perché vivere nella “città dei tre papi”
Cesena Teatro Comunale Bonci

Il panorama di Cesena

Quando si è detto città, mare, montagna e collina, non si scherzava affatto. Basta salire sulla cima del colle Spaziano – facilmente raggiungibile a piedi dal centro cittadino – e, superata la stupenda Abbazia di Santa Maria del Monte, guardarsi intorno. Da diversi belvedere è infatti possibile dominare dall’alto Cesena e i suoi tetti rossi, tipicamente medievali, e contemplare il classico paesaggio collinare emiliano romagnolo, fatto di fitti boschi, ampi prati verdi, suggestive vigne e isolate ville rustiche. Aguzzando la vista, però, nelle giornate più limpide, sarà possibile scorgere da un parte il mar Adriatico e dall’alta l’Appennino tosco-romagnolo. Una vista che poche città offrono, soprattutto se si considera di essere davvero a pochi passi dal centro storico.

Cesena Parco della Rimembranza - Cesena, perché vivere nella “città dei tre papi”
Cesena Parco della Rimembranza

L’eredità dei Malatesta

Quando si parla di storia, arte, cultura e delle bellezze e dei simboli più riconosciuti di Cesena, non si può che pensare alla signoria dei Malatesta. Questa potente famiglia, originaria della regione storica di Montefeltro e che ebbe il controllo di molte zone della Romagna tra il 1300 e il 1500, ha lasciato un’impronta fortissima su Cesena. Alcuni dei siti di cui i cittadini cesenati vanno più fieri, monumenti di grande fascino e bellezza, infatti, sono indissolubilmente legati alla memoria di questa signoria e al periodo di grande fioritura artistica sotto la loro dominazione.

In primo luogo, la Rocca Malatestiana, immagine da cartolina somma di Cesena. Conservata ancora oggi in tutta sua magnificenza e imponenza, è ubicata sulla cima del Colle Garampo, circondata dal rigoglioso Parco della Rimembranza, e raggiungibile direttamente da Piazza del Popolo, la piazza principale di Cesena. Nata come fortezza difensiva, oggi ospita il Museo della Civiltà Contadina ed è molto frequentata anche per i numerosi camminamenti panoramici che la circondano, immergendosi nel verde del parco. Camminando senza meta nei terreni circostanti la Rocca, vi immergerete in atmosfere suggestive e ricche di fascino e vi permetteranno di assistere a viste mozzafiato del territorio cesenate.

Altro simbolo di Cesena, unico monumento italiano inserito nel “Registro della Memoria del Mondo” dall’UNESCO, è la Biblioteca Malatestiana. Edificio dalla grandezza storica e culturale fuori dal comune, l’imponente biblioteca ospita oggi oltre 250.000 volumi, alcuni dei quali talmente importanti da essere conservati in sale visitabili solo su prenotazione e sotto la sorveglianza di una guida.

Arte e cultura a Cesena

Se la memoria storica della città, ma non solo, è conservata alla Biblioteca Malatestiana, Cesena non lesina altri siti di notevole interesse dal punto di vista artistico, culturale, architettonico e storico.

Per quanto riguarda i musei, una vera sorpresa positiva sarà Musicalia, il Museo Nazionale di Musica Meccanica, che ne ripercorre lo sviluppo e la crescita dal 1400 al 1900 circa. Musicalia, inoltre, ha sede nella meravigliosa Villa Silvia Carducci di Lizzano, che fu casa anche del famoso scrittore e poeta Giosuè Carducci (la cui camera da letto rimane ancora intatta oggi, come allora). Molto interessante e adatto anche ai più piccini, è invece il Museo di Scienze Naturali, che oltre alle interessanti esposizioni, offre anche notevoli viste di Cesena: in particolare, molto suggestiva è quella dalla Loggetta Veneziana nella Torre del Nuti.

La “città dei tre papi”, inoltre, si distingue anche per la bellezza e la vivacità dei suoi teatri. Citiamo, in particolare, il Teatro comunale, dedicato al famoso tenore locale Alessandro Bonci, e il Teatro-Giardino Giuseppe Verdi. Il primo, famoso per la meravigliosa struttura in cui risiede, è celebre per la sua acustica, praticamente perfetta; il secondo, invece, è oggi uno spazio multiformat, riadattato per essere, appunto, teatro di diverse attività ludiche, ma non solo: dalla discobar, ai congressi per professionisti e lavoratori, il “Verdi”, come lo chiamano da queste parti, è un luogo magico, in cui passare momenti di relax e divertimento, ma anche location sfarzosa in cui organizzare meeting e conferenze.

Negli ultimi anni, inoltre, Cesena si sta trasformando in una sorta di teatro-museo all’aperto. Tutto grazie alle opere di Leonardo Lucchi, che tendono ad integrarsi al meglio all’architettura urbana, e si possono trovare casualmente girando senza meta per le vie del centro storico. Si tratta di sculture umane, a grandezza naturale, riprese in pose a dir poco particolari: tra le più famose vi è sicuramente il complesso de “Gli equilibristi”, installato in Vicolo Cesuola, a pochi metri dalla già citata Piazza del Popolo.

Cesena Rocca Malatestiana - Cesena, perché vivere nella “città dei tre papi”
Cesena Rocca Malatestiana

Tra città e natura

Come appena consigliato, Cesena è una città assolutamente piacevole da visitare percorrendo le vie del centro guidati unicamente dal proprio istinto. Il centro storico, che si snoda intorno a Piazza del Popolo (nella quale è possibile visitare, il mercoledì e il sabato, il più grande mercato cittadino della Romagna), cuore pulsante di Cesena, e fino all’antica cinta muraria, ancora oggi parzialmente apprezzabile, saprà stupirvi ad ogni angolo. Partite, dunque, dalla Fontana Masini, al centro della piazza, per addentrarvi tra le vie e i vicoli di Cesena, per scoprire le chiese, i negozi, i monumenti e gli edifici storici, in tipico stile medievale, che la città racchiude al suo interno.

Già tra le strade ciottolate del centro storico, ma particolarmente all’esterno della cinta muraria, è facile rendersi conto di come Cesena sia una città particolarmente attenta a dedicare il giusto spazio al verde pubblico. Sono, infatti, quasi 250 le aree green disseminate per tutto il comune, per un’estensione totale di oltre 246 ettari. Tra queste, i parchi più frequentati dai cesenati sono, sicuramente, il Giardino Serravalle, situato ai piedi delle mura, il già citato Parco della Rimembranza e il Parco Naturale del Fiume Savio, riserva naturale che tocca anche il centro storico e si sviluppa lungo tutto il corso del Savio. Studenti universitari, giovani cesenati e podisti di ogni età, sono invece soliti frequentare il Parco Urbano dell’Ippodromo, la più ampia area verde di Cesena, che si estende per oltre 13 ettari.

Se al verde, però, preferite le tonalità di blu e azzurro che si incontrano all’orizzonte, dove mare e cielo si toccano, potrete raggiungere, percorrendo pochi chilometri in macchina, Cesenatico. Questa piccola località di mare è famosa per i suoi canali, per le lunghe spiagge attrezzate e libere, ma soprattutto per i prelibati ristoranti di pesce. Cesenatico merita almeno una giornata del vostro tempo, speso tra rilassanti momenti in riva all’Adriatico e passeggiate per le vie della cittadina: lungo i tipici canali, inoltre, sono ancorate imbarcazioni storiche e decisamente caratteristiche, da ammirare in tutto il loro fascino. Per poi concludere la giornata gustando un prelibato menù tradizionale romagnolo a base, ovviamente, di pescato fresco.

Cesena Gli equilibristi di Leonardo Lucchi - Cesena, perché vivere nella “città dei tre papi”
Cesena Gli equilibristi di Leonardo Lucchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.