Riscaldamento Globale: la colpa è dell’uomo

Articolo aggiornato il

Riscaldamento globale

Durante l’incontro a Stoccolma , l’ IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) ha previsto un aumento della temperatura tra gli 0,3 °C e i 4,8 °C entro il 2100. Le sue stime prevedono anche un aumento del livello del mare di 26-82 centimetri rispetto allo stesso periodo.

Per l’IPCC è “altamente probabile” che l’influenza umana sia la causa principale del riscaldamento osservato dalla metà del ventesimo secolo, e viene stimata in un 95%.

“Una verità scomoda è stata confermata”, hanno affermato Greenpeace, Oxfam, WWF e Amici della Terra, le maggiori associazioni ambientaliste dopo la pubblicazione della relazione di esperti sul riscaldamento globale.

“Dopo 25 anni di relazioni dell’IPCC, la verità scomoda è stata confermata: il cambiamento climatico è reale, si verifica ad un ritmo allarmante e le attività umane, soprattutto la combustione, ne sono la causa”, ha detto in una dichiarazione collettiva Greenpeace, WWF, Oxfam e Amici della Terra.

Quattro scenari

Circa la possibile entità del riscaldamento globale per la fine del secolo, l’IPCC ha individuato quattro possibili scenari senza commentare la probabilità di ciascuno di essi.

L’IPCC e ritiene probabile che la Terra si riscalderà tra gli 0.3 ° C, nello scenario più ottimistico, e i 4,8 ° C entro la fine del secolo. L’elevata incertezza, ovviamente, dipende in primo luogo dalla quantità di emissioni di gas serra che verranno emessi in atmosfera nei prossimi decenni. La Terra si è riscaldata di circa 0,8 ° C rispetto all’epoca preindustriale.

“Limitare il cambiamento climatico richiederà una riduzione delle emissioni di gas sostanziali e duraturi delle emissioni a effetto serra”, ha detto in una dichiarazione Thomas Stocker, vicepresidente del gruppo IPCC.

Eventi meteorologici estremi

Esperti dell’IPCC si aspettano anche che il riscaldamento globale provochi più intensi eventi meteorologici estremi, anche se alcuni aspetti non sono ancora del tutto chiari.

Leggi anche  Facebook eliminerà la funzione dei tag automatici sulle foto

Sul livello del mare in aumento, una delle principali conseguenze del riscaldamento globale, l’IPCC ha rivisto al rialzo le sue previsioni: gli scienziati ora ritengono che aumenteranno in media dai 26 agli82 cm per il 2100 contro i 18-59 centimetri nel rapporto del 2007. I climatologi ora tengono meglio conto di un fenomeno riguardante il flusso negli oceani costieri dei ghiacciai in Groenlandia e in Antartide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.