pokemon x y

Il ritorno dei Pokemon x e y

1Shares

L’autunno di Nintendo e degli appassionati di Pokemon sarà molto più caldo del previsto, poiché l’uscita dei nuovi titoli è stata da tempo annunciata per ottobre/novembre.
Per chi considerasse i mostri portatili giapponesi solo un cartone animato, è bene approfondire e, soprattutto, sottolineare l’importanza di questo franchise nel mercato videoludico.
Pokemon, infatti, nasce proprio da un videogioco nel 1996, a opera di Satoshi Tajiri. E’ bene far presente che una delle grandi passioni dei giapponesi è il collezionismo di insetti, Pokemon faceva molto leva su quell’aspetto permettendo al giocatore di catturare, gestire e, appunto, collezionare mostri di varia natura, aspetto e dimensioni, rinchiusi in comode sfere dette Pokeball.
I mostri venivano allevati facendoli combattere, ma non sanguinavano né morivano mai: terminati i punti ferita venivano rimossi dal campo di battaglia e definiti ‘esausti’, pronti a essere rimessi in sesto alla prima città.

Leggi anche
Nomi per gatti ispirati a cinema, libri e cartoni

Pokemon un successo folgorante

Il successo fu folgorante, tanto da spingere la creazione di una serie animata, giunta anche in occidente, e tutt’ora in corso.

Dal 1996 di titoli ne sono usciti 22, contando anche i 29 spin-off raggiungiamo un totale di 51 giochi appartenenti al franchise, ai quali presto si aggiungeranno i nuovi Pokemon X e Y.

pokemon

La struttura della serie principale è sempre la stessa: un giovane aspirante allenatore riceve un Pokemon ‘omaggio’ e parte per un lungo e periglioso viaggio sul continente, con lo scopo di catturare più mostri possibili, sconfiggere i vari capipalestra e, nel frattempo, fermare i piani dell’organizzazione criminale di turno.
Perché tanto successo?
In Giappone, come abbiamo detto, la febbre del collezionismo ha spinto milioni di persone (grandi e piccini) a cedere alle lusinghe di un videogioco che rispecchiava la passione nazionale. In occidente l’accoglienza è stata, seppur in proporzione minore, comunque poderosa, sorprendendo tutti, nel 2007, con la cifra da capogiro di 530.000 unità di Pokemon Perla e Diamante per il solo pre-order.

Al loro diciassettesimo anno di vita, i Pokemon hanno visto tre generazioni di console portatili. Partoriti su un Game Boy monocromatico sono passati al Color, passando per l’Advance e continuando la loro corsa sul Nintendo DS.
Il 12 ottobre approderanno alla nuova generazione, quella del 3DS, con due nuovi titoli: Pokemon X e Y. Il solo pre-order in Giappone ha infranto ogni record, stiamo parlando di circa 1,26 milioni, e 649 mostri da collezionare (e si era partito da 151 coi primi titoli).
La meccanica rimarrà pressoché la stessa, i due titoli avranno una storia in comune ma diversi Pokemon differenti da una scheda all’altra, rendendo di fatto possibile il gioco completo solo possedendo entrambi.

pokemon

Le novità introdotte nei nuovi titoli sono:

  • Effetto tridimensionale (per 3DS, il 2DS non supporta tale funzione)
  • Vista alle spalle del protagonista, invece di quella classica aerea
  • Nuovo tipo Pokemon (Folletto)
  • Megaevoluzioni, per ottenere creature ancora più potenti
  • Poké io&te, una specie di Tamagotchi integrato che permette di interagire coi propri Pokemon, nutrendoli e giocando con loro
  • Le Lotte Aeree, usando ovviamente Pokemon volanti
  • Il Super Allenamento Virtuale, che permette di allenare i mostri in apposite arene
  • Il PSS (Player Search System), con il quale sarà possibile cercare altri allenatori umani nei paraggi utilizzando la connessione internet
  • Possibilità di realizzare foto e videoclip del protagonista, che potrà cambiare acconciatura e abbigliamento

pokemon

Leggi anche
Videogames: tutti i benefici

Pokemon X e Y sono un successo annunciato e inevitabile e forse sarà anche l’occasione per rinfrescare il franchise, che negli ultimi titoli sembrava essersi arenato sui soliti temi.
A giudicare dalla recensione in anteprima fatta da Multiplayer.it si tratta non di una rivoluzione, ma di una rinfrescata totale, dal punto di vista grafico e della narrazione, che tornerà ad appassionare i vecchi giocatori e, forse, ne attirerà anche di nuovi.

pokemon

1Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.