fbpx

E3 2013: la guerra delle console inizia

Xbox One console

Articolo aggiornato il 18 Agosto 2020

L’E3 2013 di Los Angeles non è ancora cominciato, ma Microsoft e Sony hanno già dato fuoco alle polveri per la prossima console war.

L’azienda di Redmond ha ufficialmente presentato il successore del fortunato Xbox 360, chiamato Xbox One, e le aspettative sono alte. La macchina monterà una CPU con otto core x86-64, 8 Gigabyte di RAM, (di cui 3 GB saranno usati per le applicazioni e per il sistema operativo), un hard drive da 500 GB e leggerà i dischi Blu-ray.

Xbox One box 800x800 - E3 2013: la guerra delle console inizia
Xbox One console

Xbox One

La Xbox One supporterà la risoluzione 4K (3840×2160) e avrà un’uscita audio surround 7.1. Yusuf Mehdi di Microsoft ha affermato che non ci sarà nessuna restrizione che impedirà ai giochi di essere visualizzati a 4K. La console avrà inoltre un’uscita HDMI 1.4 sia in entrata che in uscita, ma non avrà uscite per il video composito o il component. Tuttavia alcuni dettagli essenziali non sono stati ancora divulgati.

Playstation 4

Sony, dal canto suo, ha rivelato le seguenti specifiche tecniche per la Playstation 4:

CPU: x86-64 AMD “Jaguar” con 8 core

GPU: AMD Radeon “next-gen” con performance complessiva di 1,84 TeraFLOPS

Memoria: 8GB RAM GDDR5

Driver Ottico: Blu-ray 6x, DVD 8x

Hard Disk interno: confermato su tutti i modelli

Varie: USB 3.0, Bluetooth 2.1, Wi-Fi IEEE 802.11 b/g/n, Ethernet

Le due macchine, sotto un profilo puramente tecnico si equivalgono, la guerra sarà evidentemente combattuta sul piano dell’offerta. Al momento l’unica cosa ‘ufficiale’ sono le voci di corridoio (tutto verrà rivelato all’E3) che vedono in uscita i seguenti titoli per Xbox One:

Halo 5

Killer instinct

Banjo Kazooie 4: Grunty Land

Forza Motorsport 5

Quantum Break

Halo: Spartan Assault

Ryse

Fable 4

Crackdown 3

Fortnite

Dead Rising 3

Call of Duty: Ghosts

Battlefield 4

The Witcher 3: Wild Hunt

Dying Light

Prey 2

Homefront 2

Beyond Good and Evil 2

Leggi anche
Guerra delle console: PC, il terzo incomodo?

Rainbow Six: Patriots

Mirror’s Edge 2

Brothers in Arms

League of Legends

E i seguenti per Playstation 4:

The Witcher 3

Destiny

Diablo III

inFamous: Second Son

The Witness

Watch Dogs

Driveclub

Killzone Shadowfall

Battlefield 4

Un nuovo Final Fantasy

Knack

Deep Down

Rocketbirds 2: Evolution

Molti altri sono da confermare.  Tutto bene, quindi? Pare proprio di no. Tanto per cominciare non ci sarà alcuna retro compatibilità, ovvero nessun titolo per Xbox 360 girerà sul successore e così anche per quelli Playstation 3. Una scelta che, sebbene non nuova nell’ambiente, potrebbe ritardare l’affermazione delle nuove console, fenomeno scongiurabile con una line up ampia e di tutto rispetto, in modo da invogliare l’acquirente a fare l’investimento.

Un altra questione che sta tenendo banco da molto tempo è l’usato.

Sia Microsoft che Sony hanno a lungo tergiversato in merito, rilasciando di tanto in tanto dichiarazioni fumose ma principalmente rumor.

In pratica il gioco dovrà essere registrato online e sarà legato all’account del suo utilizzatore, funzionando, di fatto, sulla sola console dove tale profilo sarà attivo. In pratica, il gioco registrato sulla console avente account A non funzionerà su quella con account B. Una politica simile è applicata alla piattaforma Steam per il mercato PC, un servizio di fruizione di videogiochi acquistabili e scaricabili direttamente da internet nelle cui condizioni si rinuncia al possesso del titolo pagando per il suo utilizzo.

Ma si tratta di un servizio che un utente può decidere di accettare o meno, e qui cade il resto della polemica: Steam è un servizio, Xbox One è un elettrodomestico, Steam vende titoli a partire da 2 euro, con frequenti sconti e promozioni, Xbox One farà girare DVD a prezzo pieno (oscillando tra i 40 e i 100 euro) di cui l’utente non avrà un pieno possesso.

Microsoft ha poi corretto il tiro dichiarando che i giocatori che desiderano vendere i loro giochi, potranno farlo ad un rivenditore che ha ricevuto il sigillo Microsoft di approvazione.

Leggi anche
Guerra delle console: PC, il terzo incomodo?

Il rivenditore sceglierà il prezzo del gioco usato e gli editori e Microsoft riceveranno una percentuale di un decimo sulla transazione.

Infine, l’utente pagherà l’intero importo previsto, per ottenere il suo gioco usato.

E Sony? Mentre i giocatori si scagliano violentemente contro le scelte dell’Xbox One, Sony sembra sempre più attenta a come muoversi per evitare il fuoco incrociato. E’ ormai assodato che abbiano creato un sistema simile per la Playstation 4, ma dopo la presentazione della console avversaria hanno iniziato a rilasciare piccole ed enigmatiche rivelazioni che hanno portato a questa conclusione: il blocco per l’usato è implementato, ma il suo utilizzo sarà a discrezione dei produttori.

Catene come Gamestop, che hanno trainato il mercato dell’usato, rischiano il collasso, ma non è che la punta dell’iceberg. In questo momento di crisi economica globale è stato grazie all’usato se le vendite delle console si sono mantenute a un certo livello, non essendo un bene di prima necessità è molto difficile prevedere dove taglieranno i costi molte famiglie.

A meno che non scelgano Nintendo. La società giapponese non ha inserito alcun blocco dell’usato per la sua nuova WiiU (che molti analisti danno già come un fallimento), macchina che dopo le dichiarazioni di Microsoft ha avuto un’impennata di vendite dell’800%.

All’E3 di Los Angeles verrà finalmente mostrata la Playstation 4 e i suoi segreti svelati, Microsoft presenterà la line up ufficiale di partenza per la Xbox One, ma soprattutto sapremo quanto queste macchine costeranno: allora la console war sarà ufficialmente iniziata.

4 Comments

  • Bello scontro! Mi sembra d’aver capito che a parte alcuni titoli di giochi le due macchine non si differenziano affatto sulle specifiche hardware. Ma sul gaming in 3d le due consolle saranno ormai pronte o bisognerà aspettare ancora?
    Nico

    • Non ho voluto esprimermi nell’articolo in merito all’offerta perché sarebbe stato un commento personale, ma hai colto nel segno: le line up sono pressoché identiche, quindi la differenza la faranno, a mio avviso, due fattori:

      1) Le esclusive, che possono trainare una macchina rispetto all’altra se sono davvero interessanti, ma se entrambi fanno esclusive di medesima portata non cambierà nulla
      2) La politica dell’usato, tanto voluta dai produttori: se Sony si dimostra più flessibile avranno un vantaggio considerevole

      Tutto questo fermo restando che titoli come il promettente Witcher 3 e un Final Fantasy tirano molto, da quanto ho letto in giro nei forum la maggior parte propende per la Playstation 4.

      Il 3D è un altro argomento fumoso che verrà rivelato all’E3. Secondo me è già implementato in entrambe le macchine, ma verrà principalmente usato per i film (avrebbe pure un senso). Produrre un gioco 3D è faticoso e costoso e i risultati non sempre all’altezza. Nintendo col 3DS sta facendo un buon lavoro, ma il 3D sul portatile funziona molto meglio grazie al fatto di non dover utilizzare occhiali.

  • 599 euro per entrambe le console e siamo vicinissimi all’E3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.