come scegliere un condizionatore

Come scegliere il condizionatore per la casa?

3Shares

Durante la stagione estiva è una preoccupazione comune quella di trovare il modo migliore per difendersi dalla calura. Una delle soluzioni migliori è quella di comprare un condizionatore. Dunque, come scegliere il giusto condizionatore per la casa? Le tipologie di condizionatori fissi e portatili sono tante e al momento dell’acquisto c’è l’imbarazzo della scelta. Pertanto, ci sono alcuni criteri fondamentali per scegliere quello più adatto a soddisfare precise esigenze.

Come scegliere il condizionatore per la casa?

Nell’acquisto di un climatizzatore bisogna distinguere prima di tutto tra pompe di calore, ovvero gli apparecchi che sono in grado sia di raffrescare che di riscaldare, e i condizionatori che possono solo rendere più fresco l’ambiente. Tuttavia, i condizionatori per la casa più moderni assicurano un’efficienza energetica ottimale. Ciò perché richiedono una carica di refrigerante minore, così come previsto dalla nuova normativa europea in materia di gas fluorurati. Per di più, i climatizzatori sono anche in grado di deumidificare l’aria. Così, permettono di impostare sia la temperatura sia il livello di umidità desiderato. Opzione che permette di ottimizzare il risparmio energetico dell’apparecchio poiché, con la sola funzione di deumidificazione si può raggiungere un beneficio immediato, senza inutili sprechi energetici. Ecco quali fattori considerare nella scelta del migliore condizionatore per la casa.

Leggi anche
Dual split e monosplit ? Qual è la differenza tra i condizionatori ? la guida

Efficienza energetica a freddo e classe di consumo energetico

Le classi di efficienza energetica a freddo sono riportate nell’etichetta energetica e indicano il consumo elettrico del climatizzatore. Naturalmente ad una più alta capacità di raffreddamento consegue un maggiore consumo energetico. Per tale ragione è sempre meglio scegliere un condizionatore per la casa con una classe di consumo energetico elevata.

Capacità di raffreddamento e potenza del climatizzatore

Un altro importante parametro da considerare nella scelta di un condizionatore per la casa è la capacità di raffreddamento e la potenza del climatizzatore. Questo è espresso in kW o in Btu/h (British Thermal Unit). In pratica, maggiori sono questi valori, più potente è l’impianto. Di conseguenza, più è elevato il Btu, più vasta sarà l’area che il condizionatore per la casa riuscirà a rinfrescare.

Un altro fattore da tenere in considerazione è l’esposizione della casa. Infatti, una mansarda, per esempio, si riscalda più in fretta di un appartamento posto al primo piano. Invece, chi ha bisogno di rinfrescare diversi ambienti può optare per climatizzatori multisplit. Questi si possono collegare fra loro attraverso una sola unità esterna. Invece, se si decide di utilizzare uno split per ogni ambiente è meglio optare per un condizionatore con funzione dual o trial “inverter”.

come scegliere un condizionatore

I condizionatori con tecnologia inverter

Quando la stanza raggiunge la temperatura impostata, i condizionatori per la casa dotati di inverter non si spengono ma continuano a funzionare in modo da mantenere la temperatura raggiunta stabile. Grazie a questa tecnologia, si raggiunge un risparmio energetico di circa il 30% in più rispetto ai modelli meno recenti di condizionatori.

Certificazioni di qualità e sicurezza

Anche le certificazioni di qualità e sicurezza rappresentano un importante fattore nella scelta del condizionatore per la casa. Infatti, se il climatizzatore dispone di molte certificazioni (come ISO14001, ISO9001, Eurovent, CE) il suo costo sarà più elevato.

Condizionatore portatile o fisso?

Per rinfrescare più ambienti è possibile ricorrere anche ai condizionatori portatili che si possono trasportare facilmente da una stanza all’altra – funzionalità che in molti casi costituisce un grande vantaggio. Talvolta, i condizionatori portatili possono avere un costo più elevato di quelli a parete ma non richiedono l’installazione da parte di personale specializzato. In poche parole, la scelta dell’uno o dell’altro dipende dalle proprie esigenze e necessità.

I filtri per purificare l’aria

Alcuni modelli di condizionatori portatili, come ad esempio quelli Rowenta, e fissi sono muniti di filtri per purificare l’aria. Questi sono essenziali soprattutto in città, dove l’aria contiene molti allergeni. Tuttavia, i migliori condizionatori per la casa sono dotati di filtri antibatterici, antipolline e anti-odore. Quindi, sono in grado di purificare l’aria e rappresentano la soluzione perfetta per tutte quelle persone che soffrono di patologie respiratorie o di allergie.

Termostato digitale e timer

condizionatori per casa termostato

Il termostato digitale e il timer offrono la possibilità di programmare lo spegnimento e l’accensione del climatizzatore anche quando non si è in casa. Tuttavia, è necessario evitare sbalzi di temperatura troppo bruschi, perché non salutari. In particolare, la differenza fra la temperatura esterna e quella interna non deve mai oltrepassare i 5-7°C. Per questo, per esempio, è necessario spegnere il condizionatore della camera da letto prima del riposo notturno ed eseguire una manutenzione corretta dell’impianto pulendo i filtri.

Acquistare il condizionatore per la casa

Valutati i vari fattori che determinano l’acquisto del miglior modello di condizionatore per la casa adatto alle proprie esigenze, è possibile decidere se acquistare questo elettrodomestico in negozio o online. Infatti, sul web è possibile trovare numerose promozioni e tanti modelli innovativi a prezzi convenienti. Inoltre, questo canale permette di risparmiare tempo e, come detto, anche denaro.

Fonte Immagini: Depositphotos

3Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.