Menu Chiudi

Quanto Costa Curare una Carie

Costo Cure Carie

Quanto Costa Curare una Carie

Avere un bel sorriso è un desiderio abbastanza comune, una dentatura sana e smagliante dona, in effetti, molta fiducia in sé stessi, soprattutto quando ci si presenta a persone sconosciute. Per questo motivo non sono in poche le persone che prestano particolare attenzione alla cura e all’igiene orale; nonostante ciò però può capitare che qualcosa non vada secondo i piani e ci si può imbattere nella spiacevole problematica della carie dentale. Se si soffre di questo problema, scegliere di intervenire clinicamente non è una semplice considerazione dettata da un fattore estetico, ma diviene praticamente necessario in quanto un dente cariato causa non pochi fastidi. Ma quanto costa curare una carie? Ovviamente questa è una domanda più che lecita che nonostante la necessita dell’intervento ci si pone ugualmente.

Come Riconoscere Carie

Prima di pensare a quanto costa curare una carie è meglio verificare se effettivamente la causa del dolore è da attribuirsi a questo problema o meno. Attenendoci alla definizione data dal Ministero della Saluta, la carie è una malattia infettivo/batterica a carattere cronico degenerativo ad eziologia multifattoriale. La causa di una carie può essere varia: una insufficiente igiene orale, un’alimentazione scorretta, il fumo delle sigarette ed altri svariati fattori. Ad ogni modo, ciò che attacca i denti è un batterio che altera la flora della bocca; il batterio cariogeno più diffuso è lo Streptococco Mutans. Nella fase iniziale di formazione, non ci sono veri e propri sintomi per cui prima di capire se un dente è cariato passerà un po’ di tempo, più precisamente il tempo necessario per far intaccare la dentina. A questo punto il primo campanello di allarme è la strana sensazione di caldo o freddo che si avverte quando si ingerisce qualcosa. Altro segnale è la maggiore sensibilità alle sostanze acide o agli zuccheri. Saper riconoscere questi sintomi può risultare determinante nei casi particolari in cui la carie è piccola e non visibile ad occhio nudo o quando il dente malato è un molare che, trovandosi in fondo all’arcata dentale, è difficile da vedere.

Perché Curare Carie

Curare una carie tempestivamente vorrà dire evitare molti fastidi futuri e ridurre di molto il costo cura carie. Un dente malato inizialmente non da particolari fastidi, ma più passa il tempo più i tessuti del dente degenerano, aumentando il dolore e la sensibilità. Nel giro di soli sei mesi o un anno si può essere soggetti ad ascessi, cisti, granulomi, gengiviti e altre patologie della cavità orale ed a quel punto l’operazione sarà molto più impegnativa e costosa. Intervenendo prima e tempestivamente invece, il dente, avendo ancora un danno superficiale e sistemabile, potrà essere curato molto più facilmente, magari con una semplice otturazione.

Come curare Carie

Nel dubbio di avere un dente malato dunque è opportuno recarsi da un dentista per una consultazione. Un dentista competente non cercherà la carie ad occhio nudo, in quanto già ho detto che a volte questa operazione non è possibile da effettuare, bensì farà un’attenta analisi della cavità orale e, se necessario, richiederà anche una radiografia. Nel caso ci sia effettivamente una carie, a quel punto, il dentista dovrà procedere alla rimozione meccanica del tessuto dentale danneggiato. Dopodichè si procederà al recupero delle funzioni e dell’aspetto estetico del dente danneggiato. Se la situazione del dente non è particolarmente grave si potrà ricorrere all’otturazione del dente mentre per i casi più gravi si dovrà ricorrere ad una più impegnativa devitalizzazione e ricostruzione del dente.

Prezzo Intervento Carie

Detto questo possiamo provare a dare un quadro orientativo di quanto costa curare una carie. Il costo dell’intervento è varabile, tra i fattori più determinanti si devono segnalare sicuramente lo stato di salute del dente da curare ed ovviamente lo studio dentistico a cui ci si rivolge. In linea di massima però si può prendere come riferimento il tariffario elaborato dall’associazione nazionale dei dentisti italiani e che riporto qui di seguito.
  • Otturazione: il costo di un’otturazione oscilla tra un minimo di circa 90 euro ad un massimo di 250 euro. A determinare il prezzo sarà la gravità della situazione ed il numero di denti colpiti. Solitamente il materiale che si utilizza per una otturazione è l’amalgama, un impasto che contiene mercurio); in alternativa si ricorre alla porcellana o alla zirconia, materiali più resistenti ma anche più costosi.
  • Devitalizzazione e Ricostruzione del Dente: Se non si è riusciti ad intervenire in tempi stretti e la carie ha danneggiato irreparabilmente il dente, allora la situazione si complica ed i prezzi inevitabilmente aumentano. Nel caso in cui il dente dovrà essere prima devitalizzato e poi ricostruito la spesa supererà sicuramente i 250 euro. Inserire un impianto osteointegrato infatti potrebbe raggiungere facilmente la cifra dei 350 euro, per via dei costi da laboratorio, che si sommano all’operazione, già di per sé costosa. Anche in questo caso poi vale il discorso del materiale usato: un materiale particolarmente pregiato utilizzato (come la ceramica o la porcellana) per la ricostruzione farà aumentare sensibilmente il costo dell’operazione (meno costose invece sono le ricostruzioni in composito).

(64)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.