Menu Chiudi

Le unghie finte per curare l’onicofagia

Le unghie finte per curare l’onicofagia

La ricostruzione delle unghie è una delle soluzioni più adottate dalle donne per venire incontro ai problemi più classici che di solito si presentano, come le unghie fragili oppure che si sfaldano con facilità, tipici di chi fa lavori di tipo manuale. Ma ci sono anche problemi più seri, in cui l’utilizzo delle unghie finte può essere una soluzione ottimale, stiamo parlando ad esempio dell’onicofagia, la spinta nervosa di cui soffre chi si mangia le unghie.

Le unghie finte per curare l’onicofagia

L’onicofagia è un problema che riguarda sia gli uomini che le donne, e negli anni si è sempre cercato di trovare un rimedio valido, dal più classico degli smalti amari, che lasciano un sapore acre in bocca per alcuni minuti, fino alle seduta dal terapeuta. Ora con l’utilizzo delle unghie finte e delle varie tecniche della nail art sembra che si riesca ad avere successo, anche se per smettere di mangiarsi le unghie bisogna comunque tirare fuori tanta forza di volontà.

Infatti, nonostante oggi i prodotti per la ricostruzione delle unghie, come quelli in vendita nel negozio crystal nails sul web, siano di prima qualità, e consentano di avere unghie talmente dure da non poter essere graffiate o scalfite, chi si sottopone al trattamento per combattere l’onicofagia deve esserne consapevole di ciò che sta facendo, perché altrimenti si potrebbero avere conseguenze spiacevoli.

Infatti spesso capita che chi ha poca forza di volontà cerchi di togliere la ricostruzione poco tempo dopo averla fatta, ed in certi casi potrebbe cercare di strapparla via, solo che vista la durezza riuscirebbe a farlo solo strappando un pezzo per volta, portando via con se anche pezzi superficiali dell’unghia stessa, il che la renderebbe talmente sensibile che anche un semplice sfioramento potrebbe causare forti dolori.

Con la ricostruzione delle unghie quindi si può fare in modo che chi soffre di problematiche come il mangiare le unghie nervosamente possa porvi rimedio in modo fermo e deciso, anche perché le unghie finte diventano una soluzione per curare l’onicofagia solo quando si è veramente convinti della scelta fatta, perché ci vuole una grande forza di volontà per resistere alla tentazione di toglierla e non cedere di nuovo all’istinto di mangiarsi le unghie.

Sono veramente tanti gli onicotecnici che consigliano le unghie finte per porre fine al problema dell’onicofagia, in principio per ridare alle unghie un aspetto gradevole, ed in secondo luogo perché forse, vedendo come potrebbero essere belle ed eleganti le proprie mani, chi è abituato a mangiarsi le unghie ci penserebbe due volte prima di ricominciare a farlo.

(127)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.