Menu Chiudi

La Sindrome di Asperger, come riconoscerla

Sindrome di Asperger

Sindrome di Asperger Tutti noi, bene o male, sappiamo che esistono varie forme di autismo, fra cui la sindrome di Asperger. L’autismo è uno fra i più enigmatici e complessi disturbi di cui può esser affetta la mente umana. Sull’autismo purtroppo, di fatto, non si conoscono le cause, non lo si può prevedere e sono in alcuni stadi e con terapie mirate si possono fare progressi.

Sindrome di Asperger: definizione

La sindrome di Asperger rientra nelle patologie autistiche, colpisce lo sviluppo emotivo del soggetto, influenzando le sue capacità di comunicazione con le persone e causando talvolta dei disturbi ossessivi. Solitamente si può rilevare la sindrome di Asperger già dai primi tre anni di vita, nei quali si manifestano difficoltà nell’interazione con altre persone, quindi difficoltà di comunicazione e socializzazione.

Sindrome di Asperger: cause

Sulle cause della sindrome di Asperger non si sa nulla, come del resto per la sfera delle patologie autistiche. Si azzardano diverse ipotesi fra cui la possibilità di mutazioni genetiche, in altre teorie si parla di alterazioni delle funzionalità del cervello mentre le teorie sempre più auge associano la comparsa della patologia con la somministrazione di vaccini, ipotesi che attualmente sembra essere priva di fondamento.

Sindrome di Asperger: caratteristiche

Nella sindrome di Asperger si evidenziano alcuni caratteri particolari dell’autismo, fra cui:

  • difficoltà di socializzazione
  • comportamenti ossesivo-compulsivi
  • iperattività o deficit di attenzione
  • ansia
  • interessi limitati

Sindrome di Asperger

Le personalità affette dalla sindrome di Asperger possono mostrare difficoltà di socializzazione, oppure possono presentare difficoltà nella comunicazione non verbale, nella comprensione degli altrui stati d’animo e nell’espressione dei propri sentimenti (questo può non accadere in ogni singolo caso). Le persone con la sindrome di Asperger inoltre parlano, in linea di massima, con un tono di voce senza inflessioni, a volte non percepiscono l’ironia o prendono alla lettera ciò che viene loro detto. Dicevamo prima che non intraprendono comunicazioni non verbali, ma si distinguono per una gestualità ripetitiva e stereotipata.
Molti di loro dimostrano spiccate capacità artistiche o matematiche, ma soprattutto manifestano la necessità di svolgere alcuni gesti in modo ossessivo-compulsivo.

Sindrome di Asperger: diagnosi

La sindrome di Asperger non è sempre facile da riconoscere, la si può identificare osservando il comportamento sociale del bambino, la mancanza di contatto visivo, il disinteresse per il mondo esterno ed i coetanei, la ripetitività dei gesti e la conseguente ansia in assenza degli stessi ma è soprattutto fondamentale rivolgersi ad uno specialista. Attualmente non esistono terapie in grado di annullare la patologia ma si possono realizzare nei concreti miglioramenti sul versante della comunicazione.

Si ricorda che questo articolo non è una diagnosi medica, ma è a scopo puramente informativo e che è gradita ogni rettifica o integrazione d’informazioni.

(108)

3 Comments

  1. Avatar
    Simon

    Buongiorno.
    Io mi chiamo Simone e sono caratterizzato da High Functional Autism Asperger Syndrome.

    Sono spiacente di comunicarVi che questo articolo è lesivo della corretta informazione al riguardo di Asperger Syndrome.

    Io sono una persona caratterizzata da Asperger Syndrome, impegnata con l’Associazione Spazio Asperger di cui al sito http://www.spazioasperger.it nella corretta divulgazione ed informazione scientifica al riguardo.

    E’ scorretto e fuorviante scrivere “Le personalità affette dalla sindrome di Asperger mostrano uno spiccato disinteresse verso le altre persone ed i rapporti che possono intrattenervi, non hanno nessun tipo di comunicazione non verbale nell’interazione e non sono capaci di esprimere le proprie emozioni né tanto meno comprendere quelle degli altri.”

    Lo spettro autistico è già molto complesso, e si sta lottando sempre più per smontare alcuni stereotipi al riguardo, se poi le informazioni non vengono condivise in modo preciso, non posso che aspettarmi un futuro sempre più difficile da gestire.

    Nel leggere il Vostro articolo sono stato colto da amarezza: sono spiacente di informarvi che non corrisponde ad una corretta informazione.

    Leggere ciò mi ha MOLTO rattristato.

    Vi prego di contattarmi o contattare l’Associazione che potrà fornirvi TUTTE LE INFORMAZIONI CORRETTE per assicurare una diffusione tecnicamente giusta ed eticamente valida della cultura relativa al mondo autistico ed in particolare ad Asperger Syndrome.

    Resto in attesa di un vostro riscontro, sicuro della vostra attenzione.
    Simone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.