Menu Chiudi

Colesterolo e statine: i rischi e gli effetti collaterali

Colesterolo e statine

Colesterolo e statineIl colesterolo è uno dei grandi nemici della salute, di questi tempi. Per sconfiggerlo si ricorre e pillole, diete, statine e farmaci vari. Ma colesterolo e statine vanno davvero d’accordo? Quali sono i rischi dell’assumere le statine?

Il colesterolo, si sa, è meglio non averlo alto perchè comporta molti rischi per il cuore e per le arterie e a farlo salire non ci vuol tanto, basta mangiare con poca attenzione et voilà: colesterolo alle stelle. Poi per forza occorre esser oculati nella dieta, o peggio ancora assumere i farmaci, quindi la correlazione fra colesterolo e statine è inevitabile.

Colesterolo e statine

Le statine sono precisamente i farmaci che aiutano ad abbassare il colesterolo poiché ne inibiscono la produzione da parte del fegato. Si ricorre alle statine soprattutto quando dieta ed attività fisica non aiutano ad abbassare il colesterolo.

La correlazione fra colesterolo e statine però non è così semplice, perchè essendo dei farmaci, le statine hanno degli effetti collaterali che naturalmente variano da soggetto a soggetto, quindi possono anche non presentarsi.

Innanzitutto va ricordato che le statine, sono sconsigliate alle donne in attesa ed ai pazienti affetti da patologie epatiche anche croniche.

Ecco alcuni degli effetti collaterali delle statine:

  • Gravi problemi muscolari che comportano dolori ma anche rottura dei muscoli

  • Nausea

  • Diarrea

  • Costipazione

  • Dispepsia

  • Cefalea

  • Danni epatici anche permanenti

  • Aumento di rischio del diabete

  • Debolezza

  • Polineuropatia (danno nervoso alle mani ed ai piedi)

  • Disfunzioni pancreatiche

  • Anemia

  • Cataratta

  • Soppressione del sistema immunitario
  • Aumentato rischio di cancro

Gli effetti collaterali, ma soprattutto i danni a lungo termine, non sono pochi ragion per cui il rapporto colesterolo e statine va sempre ponderato.

Per questo le statine vanno sempre prescritte dal medico che deve valutare bene la situazione, ovvero di che malattie già soffre il paziente, qual è il suo quadro clinico, se in famiglia vi sono precedenti di ipercolesterolemia per valutare se sia necessario o meno somministrare le statine.

(109)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.