La strada dei desideri segreti di Jean Kwok la recensione

Il sogno americano in un libro di Jean Kwok

Tutti i giorni abbiamo a che fare con il tema dell’immigrazione: ce ne parlano i tg, lo leggiamo sui giornali, lo vediamo nelle strade delle nostre città.

La strada dei desideri segreti di Jean Kwok, affronta questo tema difficile e scottante delle volte. Dietro il flusso drammatico di stranieri che approdano nel nostro Paese come in tanti altri, ci sono storie, esperienze, speranze e casi di sfruttamento o degrado.

Jean Kwok ci racconta la storia di una madre ed una figlia cinesi che per vivere il sogno americano si trova a vivere in condizioni di degrado e povertà totale.

La strada dei desideri segreti di Jean Kwok

Ah-Kim, protagonista di La strada dei desideri segreti, è arrivata da Hong Kong con la sua Ma’ grazie alla zia Paula che vuole renderle partecipi della sua fortuna in America.

Sbarcate a New York, si recano a casa della zia dove dovrebbero far da governanti al cugino di Ah-Kim, Nelson. In breve scoprono che la Zia Paula aveva in realtà altri piani per loro: Ah-Kim frequenterà una scuola pubblica e durante il tempo liberò aiuterà la madre che viene “assunta” da Zia Paula in una fabbrica di sartoria, dove si occupa della rifinitura e dell’imbustamento degli abiti.

Paga: 1 cent al pezzo. Non solo madre e figlia scoprono che non vivranno in una bella casa come quella della Zia Paula ma in un appartamento in un quartiere povero e degradato, una stamberga con le finestre rotte, senza praticamente mobilia e pullulante di scarafaggi e topi che escono dalle pareti.

Così Ah-Kim che diventa Kimberly studia la mattina e poi corre in fabbrica ad aiutare la madre fino a notte fonda, per pagare i debiti con la Zia Paula e le bollette. Privandosi di tutto le due in qualche modo affrontano l’inverno rigido e l’estate torrida. Ah-Kim inizialmente non ha un buon rapporto con la scuola, finchè non emerge tutto il suo talento e la sua bravura: il suo biglietto d’ingresso per un futuro migliore per sé e sua madre. Come la prenderà la zia Paula decisa ad ostacolare il futuro di Ah-Kim?

La strada dei desideri segreti di Jean Kwok

La strada dei desideri segreti è indubbiamente un bel libro. Assistiamo alla crescita di questa bambina e poi giovane ragazza, Ah-Kim, alle prese con una lingua nuova, con i problemi d’inserimento, con la mancata integrazione della madre che si ostina a comportarsi come se fossero ancora ad Hong-Kong, con l’invidia dei parenti ed i mille piccoli problemi quotidiani. Poi arrivano le amicizie, i silenzi circa la sua vita di povertà, il suo pesante lavoro in fabbrica, le difficoltà dei test di ammissione ed anche i primi amori, qualche uscita taciuta alla madre e tutte le piccole cose che una ragazza adolescente vorrebbe provare.

Emergono il tema dello sfruttamento minorile per cui i ragazzi non sono “costretti” ma si fa leva sulla poca salute dei genitori, i tempi stretti di consegna, la necessità di estinguere i debiti per coinvolgerli ed usarli come manodopera gratis. Emerge il tema del sogno americano che diventa un incubo, quando non si hanno i mezzi per ribaltare la situazione, neanche comunicativi e non c’è nessuno a cui chiedere aiuto o a chi appoggiarsi.

Il tradimento familiare, un parente che si offre di aiutare ma in realtà il suo unico intento è sfruttare. Tutti temi su cui riflettere.

Ultima News

Sclerosi multipla: diagnosi attraverso gli occhi

Attraverso un esame veloce e facile, si può oggi diagnosticare una delle più temibili malattie…

Come eliminare la muffa dai muri

Come eliminare la muffa dai muri in modo permanente, senza che questa spunti fuori ogni…

Come iniziare lo svezzamento dei bambini

Da dove partire? Questi sono solo alcuni degli interrogativi che tante mamme come me si…

L’importanza della raccolta differenziata per l’ambiente

L’importanza della raccolta differenziata per l’ambiente Nell’opinione pubblica e nelle politiche delle principali potenze mondiali…

Come rendere accogliente il proprio terrazzo

Il terrazzo è una parte molto accattivante della casa e dell'appartamento, perché può essere arredato…

Come riconoscere il sesso dei gattini

Hai trovato un gattino ed una volta portato a casa per coccolarlo e rifocillarlo inizi…

Questo sito utilizza i cookies.