fbpx

Marion Zimmer Bradley: i misteri di Avalon

Marion Zimmer Bradley

Articolo aggiornato il 27 Febbraio 2020

Marion Zimmer Bradley è un’istituzione per tutti coloro che amano il fantasy. Ha dato vita al mondo di Avalon ed oggi parliamo del libro che in assoluto considero il suo più bello: le nebbie di Avalon.

Ho letto il romanzo e ne abbiamo già parlato in maniera veloce tempo fa, oggi desidero approfondire la trama che tratta da vicino la storia di re Artù, di Morgana la fata, di Merlino e di Lancillotto e Ginevra nonchè della celebre spada Excalibur.

Le nebbie di Avalon di Marion Zimmer Bradley

E’ la storia di Artù, della tavola rotonda ma anche del mondo misterioso di Avalon e delle sacerdotesse…
Il racconto ci viene narrato a tratti dalla voce di Morgana, sorellastra di Artù, figlia di Igraine che all’inizio della storia è una giovane sposa in un tetro castello arroccato su una scogliera della Cornovaglia. In un giorno nebbioso riceve improvvisamente la visita di sua sorella Viviana, dama del lago, e di Merlino, il tutto preannunciato da una visione.

Marion Zimmer Bradley è stata una scrittrice, glottoteta e curatrice editoriale statunitense, conosciuta soprattutto come autrice di narrativa fantastica. Oltre al genere fantasy ha affrontato anche il gotico, il fantascientifico e il romanzo storico. Ha composto anche testi per opere musicali, ballate e poesie. Wikipedia

Durante questa visita Igraine scopre d’essere predestinata ad un futuro diverso da quello che credeva, deve diventare Grande Regina e sposare il Grande Re: Uter. La loro sorellina Morgause vedendo la reazione scioccata di Igraine s’intromette ma viene ripresa in malo modo da Viviana.

Morgana era solo una bambina.

le nebbie di avalon - Marion Zimmer Bradley: i misteri di Avalon
le nebbie di avalon Marion Zimmer Bradley

Igraine inizialmente non vorrebbe accettare poiché sposata al duca Gorlois ma poi, grazie anche ad un incantesimo, s’innamora di Uter che finirà per prendere il posto di Gorlois questo porta Igraine a votarsi ad una vita cristiana. Morgana vede la madre risposarsi, vede nascere il fratellino Artù e si trova improvvisamente a doversi occupare del piccolo e a rinunciare a tutto ciò che aveva prima. Un giorno improvvisamente Artù ha un incidente che minaccia la sua vita, Viviana si reca da Uter e Igraine per metterli in guardia e per suggerire loro di crescere i figli lontano dalla corte, reclamando Morgana per la dea. Uter accetta riluttante e Morgana viene condotta via.

Sull’Isola di Avalon si apre davanti alla bambina una nuova vita fatta di saggezza, prove, magia ma anche turbamenti…il primo fra tutti il colpo di fulmine per il cugino Lancillotto. Ma un altro evento sconvolgerà profondamente la vita di Morgana ed Artù…

Nel mentre sono passati gli anni Morgause si è sposata con Lot ed è diventata regina e le tre donne si ritrovano all’inconorazione di Artù: Morgana è una sacerdotessa, Igraine vive in un monastero dopo la morte del marito, Morgause è una regina. Seguono le nozze con la virtuosa e molto pia Ginevra che cerca invano di dare un figlio ad Artù e di mettere a tacere il suo amore per l’amico del marito: Lancillotto…

Leggi anche
Marion Zimmer Bradley: Le luci di Atlantide (recensione)

Qualcuno trama contro di loro, una persona invidiosa che vuole a tutti i costi diventare Grande Regina e che non esita a portare via a Morgana il suo unico figlio…

Così si snoda la vicenda fra le fuga di Morgana che si sente tradita dalla zia, l’elezione del nuovo Merlino che tradirà i voti fatti ad Avalon, l’amore fra Lancillotto e Ginevra e l’ossessione religiosa di quest’ultima che porterà Artù a rivoltarsi contro Avalon e contro sua sorella che deve rimpossessarsi si Excalibur per poter nominare un nuovo Grande Re, la morte di Viviana, il matrimonio infelice di Morgana che allontanerà Lancillotto con un inganno dalla corte e reclamerà la figlia di quest’ultimo come Viviana fece con lei…e ancora incantesimi, amori, tradimenti in un susseguirsi di eventi trascinanti ed emozionanti.

Avalon raccontata da Marion Zimmer Bradley

E’ una vera e propria lettura epica, nessun libro che racconti di Artù e Merlino regge il confronto a parer mio, certo sono molto belle Le cronache di Camelot ma niente a che vedere con questo mondo magico e affascinante che la Bradley ci racconta nel minimo dettaglio, dalla vita quotidiana ai rituali di corte, delle sacerdotesse della Dea che oggi sarebbero le wiccan.
Una rivisitazione personale della storia di Artù che vi lascerà senza fiato in una lettura a dir poco scorrevole e piacevole. Non riuscirete a staccare gli occhi dalle pagine: Marion Zimmer Bradley è una garanzia del fantasy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.