Menu Chiudi

XFACTOR7: MIKA IL CATTIVO DALLA FACCIA D’ANGELO

993519_348743778588496_1011964908_n
Mika entra in scena alle audizioni di Milano

In realtà lo aveva detto “Sono una testa di…” ritagliando per se stesso il ruolo del giudice implacabile, quello che dice di no più di tutti e a quasi tutti. E non si è smentito neppure alla seconda tornata di audizioni che si sono concluse mercoledi 19 a Milano, presso il Teatro Dal Verme. Davanti a un pubblico numerosissimo, in gran parte assiepato da ore davanti ai cancelli d’entrata con biglietto di prenotazione alla mano per vedere proprio lui, Mika, anche in questa tre giorni caldissima ed estenuante ha lasciato cadere la sua parlantina tagliente come la lama di una ghigliottina su molti aspiranti concorrenti alla settima editione di XFactor Italia.

“Tu canti come un gatto drogato in una discoteca di striptease alle 5 del mattino”

questo è solo uno dei commenti che ha esibito durante le audizioni e nei confronti di un aspirante talent non particolarmente intonato. Mika infatti esprime i suoi giudizi in maniera delicata, gentile, sorridendo e mostrando una comprensione e un rispetto per gli aspiranti concorrenti davvero sorprendente, senza però per questo rinunciare a essere severo e inesorabile con i suoi giudizi.

1001829_610346905650307_563388246_n
L’entrata trionfale a Milano dei 4 giudici di Xfactor

In realtà tutti e 4 i giudici (Simona Ventura, Morgan, Elio e Mika) sono particolarmente esigenti e severi quest’anno, spesso dotati di uno humor caustico che esprimono però con il sorriso sulle labbra o attraverso excursus sornioni.

Sono alla ricerca di: intonazione, personalità, originalità, carisma, capacità di comunicare – trasmettere al pubblico e tutto questo al di là della perfezione dell’esecuzione – della tecnica,  e ovviamente qualcuno che possa vendere dischi. Lo hanno detto chiaramente durante tutte le interviste televisive che sono andate in onda prima delle prove:

riferisce Marina Dioguardi (@_mari62_), fan fedelissima di Mika e presente tra il pubblico sia a Genova che in questa tre giorni di Milano lunga ma appassionante.

Mika prende molto sul serio il suo nuovo ruolo,  è un giudice competente, severo, grintoso, sicuro di sè e diretto (forse a volte anche troppo probabilmente per via della lingua); sa essere pungente ma anche simpatico, gentile e dolce – si è inserito molto bene in squadra ed è apprezzato e stimato dagli altri giudici, tutti ben affiatati tra loro.

1016162_375019195931910_1160017587_n
In effetti a tutti il grande affiatamento tra i giudici italiani e la new entry Mika non è passato inosservato. Se a Genova Mika sembrava relazionarsi molto di più con Elio e solidarizzare con lui rispetto agli altri due, in questa tre giorni invece Mika, che anche sul suo twitter ha espresso il suo piacere di ritrovarsi insieme con loro nuovamente, è parso interagire molto con Simona e soprattutto con Morgan, con il quale ha mostrato un feeling e un affiatamento specialissimi.
L’italiano di Mika, a Genova forse un po’ più “fresco” di lezioni full immersion, durante il primo giorno a Milano è sembrato più stentato; il giovane cantante anglo-libanese aveva infatti nei giorni precedenti fatto una breve tappa in Spagna, a Salamanca, per un concerto live dove cantando sul palco, aveva mostrato le sue difficoltà a separare lo spagnolo dall’italiano e ha anche offerto ai suoi fan una piccola divertente gaffe, dichiarandosi “embarazado” per il suo spagnolo così stentato.
Al rientro in Italia, ha avuto bisogno di un giorno per rodare nuovamente la padronanza della nuova lingua che sta ancora studiando. Molti sono stati gli “errorini”, tipo l’uso della parola “Stilo” al posto di “Stile” suscitando mormorii e ilarità tra il pubblico, ci racconta un’altra fan di Mika e di Xfactor presente a Milano, Luisa Marchiaro (@DropOfSea). Ma Morgan è corso subito in suo aiuto (già a Genova, in passato, Morgan si era assunto il compito di ripassare con lui i congiuntivi ritagliandosi così un ruolo da “mentore” per Mika!), citando l’ormai immancabile Dante Alighieri (che nel frattempo, immaginiamo, Mika abbia imparato a conoscere almeno un po’).

 “Tu se’ lo mio maestro e ‘l mio autore; tu se’ solo colui da cu’ io tolsi  

lo bello STILO che m’ha fatto onore.”
(Dante, Inferno, Libro 1^)

La Divina Commedia che Morgan ha dato a Mika dopo la citazione del passo dell'Inferno di Dante
La Divina Commedia che Morgan ha dato a Mika dopo la citazione del passo dell’Inferno di Dante

 Esibendo una vecchia e frusta copia dell’Inferno della Divina Commedia, Morgan ha letto per il pubblico il passo qui sopra con grande enfasi – e dando così una intensa dimostrazione di ciò che per lui è quest’anno il must del programma, ovvero lo psicodramma – dimostrando così che Mika in realtà non ha sbagliato citando la parola “stilo” già usata dal padre della nostra lingua madre, facendo poi dono del libro stesso al cantante che in segno di riconoscenza lo ha abbracciato calorosamente.

L'abbraccio caloroso di Mika e di Morgan
L’abbraccio caloroso di Mika e di Morgan

La tre giorni delle audizioni di Milano si è svolta tutta all’insegna di spiarietti curiosi e divertenti da parte dei 4 giudici che hanno costantemente interagito con il pubblico, rendendo questo programma uno spettacolo live bello da assistere e da seguire e aumentando tra il pubblico a casa che ha potuto visionare attraverso i social network alcune tra le foto più significative e belle, l’aspettativa riguardo alla trasmissione in TV che avrà inizio a settembre.

Fedez al tavolo dei giudici
Fedez al tavolo dei giudici

Il Martedi 18 giugno, Xfactor ha lasciato spazio al Rap, invitando al tavolo dei giudici il rapper Fedez che ha commentato e valutato le esibizioni inerenti la sua specializzazione musicale che sono sfilati su palco. Questo a dimostrazione che XFactor è un programma attento all’evoluzione e ai nuovi scenari musicali sempre un pochino avanti rispetto agli altri talent show italiani. Non possiamo non ricordare infatti che il Rap è stato già introdotto da Morgan l’anno passato con il Rapper Ics arrivato secondo alla gara canora nel 2012.

Ics, il rapper arrivato secondo classificato a Xfactor 6
Ics, il rapper arrivato secondo classificato a Xfactor 6

Siamo sicuri che il programma televisivo, con queste premesse, non deluderà le aspettative e anzi, sarà uno dei successi più grandi della stagione autunnale dell’anno.

(149)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.