Menu Chiudi

Trading online: i migliori broker

Trading online: i migliori broker
Il trading online, con i CFD o con le opzioni binarie, va ormai di moda. Tutti tendono a buttarsi in questa nuova attività anche se non ne hanno le competenze specifiche e non hanno alcun tipo di esperienza.

Trading online: i migliori broker

E in effetti questo non è assolutamente un problema, nessuno nasce con la conoscenza infusa e qualunque attività umana può essere imparata senza problemi. Ci vuole solo impegno e applicazione, tutto qui.

I trader principianti, tuttavia, devono affrontare un rischio, piuttosto insidioso: quello di cadere nelle mani di broker  di scarsa qualità o addirittura truffalidini.  Solo operando con broker per trading online di elevata qualità, affidabili e sicuri, si ha la garanzia di poter operare serenamente.

Attenzione al rischio

Proprio perché questo articolo si rivolge soprattuto a coloro che vogliono sperimentare, anche per curiosità, il trading online, voglio subito mettere in guardia sul fatto che sia un’attività rischiosa. Si tratta di speculazione finanziaria che quando va bene regala rendimenti elevati, quando va male porta ad una perdita di una parte del capitale investito.

Di conseguenza il consiglio è di investire solo una piccolissima parte del proprio patrimonio in questo genere di attivtà e di non investire mai una somma di denaro che non ci si possa permettere di perdere.

Requisiti di sicurezza

Tornando al discorso dei broker migliori per fare trading online, cerchiamo di analizzare quali sono i requisiti che dobbiamo cercare all’interno dei broker. Ebbene, il primo requisito è la sicurezza. I nostri soldi e i nostri dati personali devono essere sempre e comunque al sicuro. Dobbiamo avere la garanzia assoluta sia da intrusioni esterne sia da politiche poco trasparenti messe in atto da alcuni broker. Qual è il modo di ottenere questa garanzia? Semplice, scegliere sempre e soltanto broker autorizzati e regolamentati dalla CONSOB. In ogni caso i broker poco trasparenti (o anche illegali) vennero chiusi dalla Banca d’Italia qualche anno fa, quindi da questo punto di vista possiamo andare sicuri.

Broker affidabili

Ma la sicurezza legale non ci basta ancora. Anche il software di trading deve essere assolutamente sicuro e soprattutto deve funzionare bene. Non sono accettabili blocchi, problemi tecnici o altri inconvenienti che direttamente o indirettamente possono farci perdere denaro.

Condizioni economiche

Le condizioni economiche offerte dal broker devono essere assolutamente convenienti. Parliamo in termini di spread se ci riferiamo ai CFD, di rendimenti con le opzioni binarie: in ogni caso il trader deve avere la possibilità di essere renumerato in modo più che adeguato per il rischio che corre (e abbiamo detto proprio in introduzione che fare trading significa assumersi dei rischi). Ovviamente il trader deve rifuggire da broker che siano a pagamento (cioè che richiedono un pagamento fisso per l’iscrizione) o che applichino commissioni fisse sugli eseguiti.

Fare trading non è obbligatorio

Ricordiamoci sempre che nessuno ci obbliga a fare trading: è un’attività rischiosa che non è adatta a tutti. Non sto parlando di tecnica, quella si impara, ma di psicologia. Anche la psicologia si può cambiare ma probabilmente è più difficile.

(34)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.