Menu Chiudi

Terremoto Emilia: la cittadinanza attiva si organizza

Nascono comitati composti dalla cittadinanza attiva per coordinare gli interventi di ripartenza della Regione Emilia dopo il terremoto.

Ed ecco che, finalmente, i cittadini delle zone terremotate in Emilia iniziano a organizzare dei comitati spontanei per la ripartenza della regione e della vita normale delle persone colpite dal sisma. Questa è una buona notizia in quanto si respirava da tempo un clima di inquietudine e depressione a causa delle poche risposte ricevute dal governo in questo senso.

I Comitati di intervento dovranno in primo luogo, organizzare la loro agenda sulle priorità da affrontare. Per prima cosa, naturalmente, la questione degli immobili non affittati da rendere disponili per l’emergenza abitativa e, in seconda battuta, la ricostruzione.

Questi organismi sono nati spontaneamente all’interno di contesti microterritoriali che ora si stanno unendo in una rete unica per coordinare gli interventi e per recuperare quanto hanno perduto in questo disastroso evento naturale che li ha messi in ginocchio. L’unica cosa che fino ad ora è stata messa in atto è stato l’intervento unidirezionale delle amministrazioni comunali le quali fornivano unicamente informazioni riguardanti i potenziali interventi da portare avanti con l’accettazione passiva dei cittadini. Ora il vento è cambiato e i cittadini si stanno muovendo insieme per la ripartenza.

Fonte immagine: Flickr da antonella.beccaria

(78)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.