Menu Chiudi

Sentenza definitiva di condanna per Spaccarotella: “Era consapevole dei rischi”

Sentenza definitiva di condanna per Spaccarotella - Sentenza definitiva di condanna per Spaccarotella: “Era consapevole dei rischi”

Sono state depositate le motivazioni della sentenza definitiva di condanna per Luigi Spaccarotella, il poliziotto che che sparò all’auto nella quale viaggiava Gabriele Sandri colpendolo mortalmente.

Sentenza definitiva di condanna per Spaccarotella

Secondo Antonella Mazzei, Consigliere della Corte di Cassazione, Luigi Spaccatorella ha voluto ad ogni costo arrestare l’allontanamento dell’auto contenente i giovani tifosi laziali. Di conseguenza ha sparato colpendo e uccidendo Gabriele Sandri l’11 novembre del 2007. L’omicidio è avvenuto in località Civitella Val Chiana sull’autostrada A1 quando l’auto nella quale viaggiava Sandri stava lasciando l’area di servizio in seguito a disordini tra tifosi juventini e laziali. Per questo il poliziotto, che si trovava nella corsia opposta, ha deciso di sparare all’auto poichè, secondo la sua versione dei fatti, temeva che la stessa stesse fuggendo dopo una rapina. Per questo motivo Spaccarotella è stato condannato a 9 anni e 4 mesi per omicidio volontario con dolo. Sentenza che è stata emessa lo scorso febbraio.

Nessuno sconto per il poliziotto, infatti la Corte Suprema ha confermato il verdetto di secondo grado deciso dalla Corte di Assise di Arezzo che aveva aumentato gli anni di carcere da 6 a 9 il 14 luglio del 2009. Questo in quanto non si sono constatate attenuanti  per l’operato del poliziotto. Sparare un colpo con un arma corta a quella distanza non poteva garantire la precisione del bersaglio, anche se ha sparato nella parte inferiore dell’auto in movimento. Spaccarotella, inoltre doveva essere consapevole del fatto che avrebbe potuto causare ulteriori danni ad altri veicoli transitanti in quell’istante.

pinit fg en rect red 28 - Sentenza definitiva di condanna per Spaccarotella: “Era consapevole dei rischi”

Ti è stato utile questo articolo?

Clicca e vota!

Valutazione / 5. Voti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.