Menu Chiudi

Sanremo 2013: guest star d’eccezione, Asaf Avidan (Video)

Israeli band Asaf Avidan & The Mojos perMercoledi 13 febbraio salirà sul palco dell’Ariston una guest star d’eccezione, Asaf Avidan. Conosciamo meglio la rivelazione musicale del 2012.

Trentatré anni, magrissimo, tatuato, aspetto da cantante maledetto, spettinato, nato a Gerusalemme ma vissuto per alcuni anni in Giamaica, figlio di diplomatici israeliani, Asaf Avidan è stato la mente creativa e il leader del gruppo folk-rock Asaf Avidan and The Mojos, una band che il musicista stesso ha “assemblato” scegliendo personalmente i musicisti che lo accompagnassero con gli strumenti, per poter realizzare un tour acustico da svolgersi in Israele. La band è divenuta molto famosa in Israele.

Il gruppo ha realizzato tre album, The Reckoning (2008), Poor Boy/Lucky Man (2009), Through the Gale nel 2010. Il singolo One Day/Reckoning song scritto da Asaf Avidan nel 2008, è balzata ai primi posti delle hit parade internazionali nel 2012 grazie a una versione remix di grande successo di pubblico.

Ultimamente però Avidan ha accantonato la band per concentrarsi esclusivamente alla propria carriera da solista e ha pubblicato nel 2012 l’album Different Pulses. Reckoning Song è nata da un’urgenza di sfogare un momento particolarmente triste nella vita dell’artista. Dopo aver espletato il servizio militare, obbligatorio in Israele, Avidan ha frequentato la Bezalel Academy of Arts & Design a Gerusalemme.

Arrivato a un punto morto nella sua vita, si è ritrovato senza casa, la fidanzata lo aveva lasciato, e senza più un lavoro. “Cominciai a scrivere e cantare canzoni introverse con la voce angosciata. Fu una terapia. Forse la musica non mi ha guarito ma mi ha purificato, soprattutto attraverso i concerti; quando sono sul palco riesco a esorcizzare ogni angoscia” ha dichiarato il cantante.

Roberto Saviano che segue il cantante israeliano da qualche tempo, al punto che si pensa sia stato proprio lui a suggerirne la partecipazione al Festival all’amico Fabio Fazio, lo ha descritto come “la reincarnazione di Janis Joplin”.

Asaf Avidan si è detto orgoglioso di aver suscitato l’attenzione dell’autore di Gomorra, e ammette di aver giocato con la sua voce, nei primi dischi, utilizzando tonalità più roche e più blues, mentre ora si concentra su un tono più personale ed eclettico. In attesa di ascoltarlo sul palco dell’Ariston, questo il video della sua Reckoning Song in una versione acustica dell’artista:

 

(43)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.