Menu Chiudi

Roma: rissa tra animalisti e vetturini

Rissa tra vetturini e animalisti - Roma: rissa tra animalisti e vetturini

Rissa tra vetturini e animalisti

Nei confronti dei vetturini un blitz degli animalisti guidati dal presidente del PAE (Partito Animalista Europeo), Fucelli Stefano, in Piazza di Spagna a Roma. Tutto è iniziato quando gli animalisti hanno iniziato a misurare la temperatura esterna con dei termometri in quanto i cavalli, a Roma, non possono circolare se la temperatura è superiore ai 34°.

I vetturini hanno reagito subito violentemente facendo partire una rissa davanti agli occhi attoniti di numerosi turisti presenti in quel momento. Il risultato è stato quello di tre persone fermate e cinque persone ferite. I vetturini delle botticelle hanno preferito ignorare l’ordinanza firmata dal Sindaco Alemanno nella quale viene vietata la circolazione dei vetturini nei giorni più caldi. E questi sono, senza ombra di dubbio, giorni in cui l’afa e il caldo creano molta sofferenza ai cavalli costretti a vivere in pessime condizioni.

Un membro dell’Associazione 100% animalisti, Paolo Mocavero ha spiegato che il vetturino e un membro del PAE hanno iniziato ad attaccarsi verbalmente per poi passare direttamente alle mani. Sono in seguito intervenute le forze dell’ordine sedando la rissa. La situazione degli animali, in questo caso dei cavalli costretti a vivere in condizioni di grande disagio per il puro divertimento dei turisti, è una situazione molto comune sia a Roma che Firenze. I provvedimenti presi, evidentemente, non sono sufficienti a impedire che tutto questo accada.

pinit fg en rect red 28 - Roma: rissa tra animalisti e vetturini

Ti è stato utile questo articolo?

Clicca e vota!

Valutazione / 5. Voti:

1 Comment

  1. Avatar
    Patrizzia Casta

    Grazie per il buon auspicio buona writeup.
    E ‘infatti stato un account di divertimento esso.
    Guardate avanzata per andarci più gradevole aggiunta da voi!
    Tuttavia, come possiamo abbiamo comunicare? Maramures Grazie, buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.