Menu Chiudi

Processo Ruby: Berlusconi si paragona a Enzo Tortora. Dura la replica della figlia di Tortora

A Milano il Processo Ruby in cui è imputato per prostituzione Silvio Berlusconi. E’ il giorno della requisitoria e della richiesta del Pubblico Ministero.

berlusconi-processo-ruby

Ilda Bocassini, nella requisitoria avvenuta questa mattina ha affermato che ad Arcore c’era un sistema prostitutivo, a cui facevano capo tre persone: Fede Mora e Minetti.

Le ragazze che venivano invitate facevano parte di un sistema organizzato per il piacere di Berlusconi che sapeva perfettamente, ha aggiunto la Bocassini, che Ruby era, all’epoca dei fatti, minorenne. Il Cavaliere ha anticipato l’occasione ieri sera facendo andare in onda su Canale 5 uno speciale di due ore con la sua versione dei fatti paragonando la sua vicenda a quella di Enzo Tortora.

A Gaia Tortora, la figlia, non è piaciuto il paragone del Cavaliere con le vicissitudini di suo padre e sul celebre Social Network Twitter scrive: “Mio padre era un’altra storia e un’altra persona” e aggiunge “ognuno risponde alla sua coscienza. No strumentalizzazioni”.

Secondo la Bocassini l’ex Consigliere regionale Minetti aveva la gestione delle case di Via Olgettina dove alloggiavano le ragazze che si prostituivano. Così come Fede, Mora e la Minetti, Ilda Bocassini afferma che Silvio Berlusconi non poteva non essere a conoscenza che Ruby fosse minorenne.

(32)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.