Menu Chiudi

MISS ITALIA: MATRIMONIO FINITO CON LA RAI?

172035068-fadb43c4-cb89-4e4d-b95d-29c956b82379

Miss Italia, il concorso di bellezza per eccellenza, probabilmente non spegnerà la sua 74esima candelina su Rai1. Viale Mazzini infatti ha dichiarato che  non c’è più l’interesse a rinnovare il contratto scaduto con l’edizione dell’anno scorso e quindi a riproporre la manifestazione in televisione quest’anno e di non inserirla nel palinsesto.

La Miren, società che fa capo a Patrizia Mirigliani e che organizza il concorso ha fatto sapere “di essere pronta a offrire alla Rai la manifestazione del 2013 in modo assolutamente gratuito e di contribuire come di consueto agli oneri necessari”. La figlia del patron della manifestazione ha poi chiesto l’appoggio delle Associazioni degli Utenti Televisivi sostenendo di non comprendere le ragioni per cui una trasmissione che ha sempre raggiunto share altissimi negli ultimi anni venga rifiutata così bruscamente, comportando in questo modo la perdita di milioni di euro per la Rai stessa.

Quali possono essere le ragioni per uno scarso interesse da parte della Rai alla trasmissione di Miss Italia? Gli ascolti al di sotto delle aspettative registrati nelle ultime edizioni, innanzi tutto, ma soprattutto il desiderio, già espresso alla vigilia della passata edizione del programma da parte di Anna Maria Tarantola, presidente del consiglio di amministrazione Rai in un’intervista al Secolo XIX, di dare un’immagine differente della donna e di cui il servizio pubblico si deve fare promotore. Oltre al non indifferente problema dei costi elevati: si stima che si aggirino intorno ai cinque milioni.

Per il momento nulla è noto circa eventuali trattative da parte di Sky o di Mediaset, anche perché Patrizia Mirigliani afferma “Io ritengo che il concorso stia bene in Rai”.

Fino a oggi sono 3028 le ragazze iscritte alla kermesse del 2013, mentre in 70 anni di concorso di bellezza intere generazioni di giovani e giovanissime si sono succedute in cerca di un trampolino di lancio per il mondo patinato dello spettacolo, del cinema in particolare, incoronando attrici del calibro di Silvana Pampanini, Gina Lollobrigida, Lucia Bosé e ultimamente Anna Valle, Cristina Chiabotto, Francesca Chillemi.

(33)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.