Menu Chiudi

Marano: ragazza muore travolta da un’auto mentre siede al tavolino

napoli: ragazza muore travolta da un'auto
Marano– Un’altra tragedia si abbatte sulla città in quanto, dopo la sconvolgente morte di Salvatore Giordano a causa del crollo alla Galleria Umberto I di Napoli, una ragazza che aveva frequentato la medesima scuola di Salvatore muore travolta da un’auto mentre siede al tavolino con due suoi amici.
napoli: ragazza muore travolta da un'auto

Giulia Menna, una ragazza di diciassette anni, è stata travolta e uccisa da un’auto mentre stava mangiando il kebab seduta al tavolino con altri due suoi amici rispettivamente di 16 e 20 anni che sono rimasti feriti sono ora ricoverati in ospedale. Il fatto è accaduto venerdì sera alle ore 21.50 circa quando Fabio Molaro, diciannovenne abitante a Calvizzano, in giro con un amico per la città di Napoli ha perso il controllo della vettura piombando sul tavolino in cui erano seduti i tre ragazzi.

Giulia Menna non ce l’ha fatta ed è deceduta prima dell’arrivo dei soccorsi nonostante la loro tempestività. Gli altri due amici, un ragazzo ed una ragazza sono rimasti feriti e sono ricoverati all’ospedale San Giuliano a causa della frattura del perone. Inoltre uno dei familiari della vittima, quando ha appreso la notizia, è stato colto da un infarto e ricoverato anch’egli in ospedale.

Fabio Molaro, il ragazzo alla guida dell’auto che ha travolto e ucciso la diciassettenne in via Falcone a Marano, è ora indagato per omicidio colposo e lesioni. L’auto, una Renault Clio, è stata prelevata dai carabinieri locali e il ragazzo è stato sottoposto a tutti i test del caso: quello alcolemico e quello antidroga di cui si avranno i risultati nei prossimi giorni.

Il sindaco di Marano, Angelo Liccardo, commenta questa tragedia affermando che questa aggiunge dolore ad altro dolore riferendosi alla drammatica e prematura scomparsa di Salvatore Giordano avvenuta a causa del crollo di calcinacci della faccia della galleria Umberto I di Napoli.

(32)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.