Menu Chiudi

Lega Nord: Belsito arrestato per truffa e associazione a delinquere

Francesco Belsito, ex tesoriere di Lega Nord è finito in manette per associazione a delinquere e truffa aggravata in riferimento all’inchiesta del Carroccio.

Ge - lega nord candidatura sindaco

La Guardia di Finanza ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare anche per Stefano Bonet per gli investimenti in Tanzania effettuati con i fondi del Carroccio.

Grazie all’inchiesta milanese è risultato anche uno yacht del valore di 2,5 milioni di euro comprato dal figlio di Umberto Bossi, Riccardo, con l’appropriazione indebita dei soldi del Carroccio che si è avvalso di un prestanome grazie a Francesco Belsito.

Grazie a delle intercettazioni tra Stefano Bonet e Romolo Girardelli, nella quale Bonet chiede a Girardelli di comunicargli tutti i movimenti di Belsito e gli affari realizzati con i soldi del partito. Affari che riguarderebbero presunti rapporti illeciti perpetrati all’interno dell’imprenditoria italiana.

Belsito era già indagato per appropriazione indebita e truffa aggravata nell’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto di Milano, Alfredo Robledo, e dai pm Roberto Pellicano e Paolo Filippini. Inchiesta che un anno fa, con le prime perquisizioni e le prime informazioni di garanzia, aveva travolto la Lega, portando anche alle dimissioni da segretario del Senatur, Umberto Bossi.

Fonte: Il messaggero.it

(65)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.