Intervista ai Cosplayers italiani: Giada Bonomi – manga e anime

 Intervista ai Cosplayers italiani: Giada Bonomi – manga e anime

Articolo aggiornato il

L’intervista con i Cosplayers 

Le interviste con i Cosplayers hanno sempre un fascino particolare ma l’intervista con Giada Deide Bonomi è stata veramente particolare.

Cosplayer di Bergamo e creatrice di oltre 60 costumi, Giada crea i suoi cosplay con l’aiuto della sua collega:
l’una specializzata nella creazione di gemme in resina e parti in legno, l’altra specializzata per la parte sartoriale.

La particolarità che mi ha sorpreso è che il 95% dei componenti dei loro costumi sono creati direttamente da loro.
Vi basterà sbirciare la pagina Fb per capire la complessità dei progetti.

Come hai iniziato?

Ho iniziato nel 2011 in maniera amatoriale, provando, sbagliando e rifacendo da capo.
Chiedendo consigli ad altri cosplayer e frequentando fiere.
Ho avuto la fortuna di frequentare moltissime fiere e tante persone mi hanno ispirato e mi hanno insegnato vari stratagemmi per raggiungere il risultato.

Lavorando nel settore turistico conosco bene l’inglese e il tedesco e mi sono ritrovata a parlare anche con cosplayer stranieri incrementando ancora di più le mie conoscenze.

Non ho mai fatto corsi di sartoria e ammetto che è anche difficile procurarsi del materiale o farsi comprendere da chi non è dentro a questo mondo.
Ci piace sperimentare più tecniche artistiche e spesso usiamo materiali particolari, difficilmente reperibili sotto casa.

In quale categoria di cosplayer rientri?

Sto terminando un original cosplay e gran parte dei miei abiti rientrano nel mondo dei manga e degli anime.
Ultimamente ho fatto esperimenti anche con i cosplay dedicati ai videogame.

Quanti costumi hai in tutto?

Tantissimi, ho un personaggio molto caro e lo faccio in tantissime versioni.
Ho circa 60 costumi, alcuni sono stati venduti durante gli anni.

Che differenze ci sono tra Lucca Comics e Romics?

Una differenza abissale!!
Sono organizzate in maniera completamente diversa.
Lucca è una città interamente dedicata ai Comics.
Romics invece si trova in una zona industriale.

Lucca ha orari dilazionati, trovi cosplayers fin dalle prime ore del mattino fino a notte inoltrata, mentre Romics ha orari fissi.
L’unica cosa che Romics ha in più rispetto a Lucca Comics sono le selezioni per il WCS il contest più importante al mondo nell’ambito dei cosplayers.
Anche Lucca Comics ha delle selezioni per contest stranieri ma sono di importanza minore.

Fai parte di un gruppo?

In questo momento siamo una coppia ma nulla vieta di unirsi in gruppo o di conoscere persone, anche se siamo spiriti liberi.

A presto Giada, ci vediamo a Lucca!

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/giada.d.bonomi

(45)

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.