Menu Chiudi

Giglio: una terra tutta da visitare

Giglio: una terra tutta da visitare

Parte dell’Arcipelago Toscano, comprendente anche l’isola di Giannutri, l’Isola del Giglio è una delle più belle e visitate. Ottimamente collegata alla terraferma, grazie a un ottimi servizio traghetti per il Giglio (con imbarchi a Porto Santo Stefano), l’isola ha saputo conquistare un ruolo di primo piano nel comparto turistico e questo grazie soprattutto alla sua straordinaria ricchezza naturale e storica.

Giglio: una terra tutta da visitare

Abitata sin dall’Età del Ferro, l’isola è stata abitata nei secoli da popoli diversi; prima gli Etruschi, poi i Romani e in seguito i Medici, hanno lasciato sul territorio tracce tangibili del proprio passaggio, contribuendo ad arricchire il patrimonio già ricco dell’isola. Dal punto di vista naturale, l’isola presenta un territorio per buona parte collinare, con punti che possono raggiungere anche una certa altezza come nel caso di Poggio della Pagana situato a ben 496 metri s.l.m.

Altrettanto ricche e variegate le coste che estendono per ben 27 chilometri , presentandosi per buona parte come aree rocciose, qua e là alternate da calette e piccole baie nascoste davvero molto suggestive.

Per quanto riguarda la vegetazione, a dominare è la macchia mediterranea con lecci, sughere, corbezzolo, caprifoglio a ricoprire buona parte del territorio, mentre per quanto concerne la fauna non è affatto difficile vedere conigli selvatici, mufloni e ogni specie di pipistrelli.

La grande bellezza della costa e il mare pulitissimo che contraddistingue quest’area ha fatto dell’isola del Giglio un vero e proprio paradiso non solo per i vacanzieri alla ricerca di un po’ di relax, ma anche per i tanti appassionati di immersioni, snorkeling e sport acquatici che qui hanno a disposizione moltissimi luoghi da esplorare.

Ideale per sub esperti e alle prime armi, il Giglio offre molti luoghi per le immersioni, in generale ritenute poco faticose e per nulla pericolose. I fondali marini sono ricchi esattamente come la terra emersa; nel corso delle immersioni è possibile imbattersi in magnifiche gorgonie rosse e gialle, in stelle marine e in molte altre specie rare.

Tra le aree per le immersioni più frequentate e conosciute, bisogna certamente citare Cala Cupa, Punta di Capel Rosso, Punta del Fenaio, Punta delle Secche, Scoglio della Cappa, Scoglio del Corvo e Scoglio di Pietrabuona.

Altrettanto ricca l’offerta per gli appassionati di arrampicata che sull’Isola del Giglio avranno modo di trovare moltissime aree dove praticare il bouldering.

Oltre allo sport e alle bellezze naturali, il Giglio si distingue anche per un ricco patrimonio artistico e culturale. Tra le opere artistiche più belle che avrete modo di visitare presso i tre comuni dell’isola, ricordiamo la Chiesa di San Pietro a Giglio Castello, la Chiesa di San Giorgio e la Chiesa del Giglio a Giglio Porto, senza dimenticare alcune strutture militari e civili di eccezionale bellezza come le Mura fortificate di Giglio Castello, la Rocca aldobrandesca, il Faro delle Vaccarecce e il Faro di Capel Rosso solo per citarne alcune.

(32)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.