Menu Chiudi

CRISI: UN ITALIANO SU DUE NON ANDRA’ IN VACANZA QUEST’ESTATE

67 Vacanze estate - CRISI: UN ITALIANO SU DUE NON ANDRA' IN VACANZA QUEST'ESTATE

67_Vacanze_estate

CRISI: UN ITALIANO SU DUE NON ANDRA’ IN VACANZA QUEST’ESTATE 

Questa del 2013 sarà un’estate calda, e non solo a causa delle previsioni meteo ma soprattutto da un punto di vista economico. Secondo la Confesercenti-Swg attraverso un sondaggio sulle abitudini estive degli italiani, infatti, indagine, condotta mediante sondaggio telefonico su un campione di 1.000 maggiorenni, quasi 14 milioni di italiani non andrà in vacanza, mentre oltre 10 milioni ci andrà ma spenderà meno rispetto al passato e quasi 6 milioni e mezzo andrà in vacanza per meno giorni rispetto allo scorso anno.

Più di 18 milioni di italiani infatti hanno dichiarato di non potersi permettere una vacanza quest’estate e che saranno costretti a rinunciare. La causa primaria di questa defezione è la crisi che sta attanagliando le famiglie italiani. Quasi 14 milioni di italiani infatti indica nella recessione la prima responsabile della loro rinuncia.

La vacanza degli italiani quest’anno è valutata in 24.5 miliardi, con spesa media a persona di 960 euro, ammontare inferiore rispetto ai 1056 euro di prima della crisi, nel 2008. Agosto continua a essere il mese più gettonato, ma segna una flessione nelle preferenze degli italiani e passa dal 55% del 2012 al 52% di quest’anno. Sale invece il mese di giugno come opzione e si mantiene stabile il mese di luglio come periodo preferibile per le vacanze. Il fattore economico è la dominante per le famiglie italiane assediate dalle tasse, dalla disoccupazione e dall’erosione dei risparmi.

In quasi 500 mila chiederanno un prestito per potersi concedere un viaggio, mentre oltre 8 milioni e 300 mila andrà in vacanza come al solito. Ci sono poi 4 milioni e mezzo che dichiarano di non andare mai in vacanza d’estate e circa 5 milioni e 400 mila che non sanno ancora cosa faranno.

Un italiano su due afferma che una vacanza quest’anno non se la può permettere.

(fonte ITALPRESS) 

(64)

Ti è stato utile questo articolo?

Clicca e vota!

Valutazione / 5. Voti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.