Corteo Fiom. Landini: “Prima dell’Imu c’è il lavoro”

 Corteo Fiom. Landini: “Prima dell’Imu c’è il lavoro”

Articolo aggiornato il

Decine di migliaia di persone da Piazza Eseda a Piazza San Giovanni a Roma per la Manifstazione Nazionale della Fiom.

corteo-fiom-cgil-500-4

Prima dell’Imu c’è il lavoro. Questo l’inno della Fiom. Landini non ci stà a subire l’agenda del Governo di Larghe intese. Con lui migliaia di persone sono arrivate oggi nella Capitale per la manifestazione Nazionale dei Meccanici e della Cgl. In Piazza, con il segretario, ci sono pezzi di quella sinistra che oggi ha risposto all’appello della Fiom.

Queste le parole di Landini:

Noi stiamo facendo il nostro mestiere di Sindacato, un sindacato autonomo e indipendente deve, non solo difendere i lavoratori nelle fabbriche, ma deve anche cambiare la società fuori dalla fabbrica in modo che il lavoro torni ad essere davvero un diritto e le persone abbiano riconosciuta la loro dignità. L’emergenza è importante ma di emergenza si muore, quindi è necessario cambiare le politiche fatte da Monti e da Berlusconi prima e bisogna ripartire con un piano di investimenti. Se il Governo non è in grado di fare questo rischia di non avere vita lunga.

Una mobilitazione, quella di oggi, che è oltre i confini sindacali. Pesa l’assenza del Partito Democratico. In Piazza ci sono Cofferati, Orsini, Civati, l’ex segretario Romano e tutti a titolo personale. Un’occasione persa, dicono, potevamo essere qua accanto alla Fiom.

Di sinistra parla Stefano Rodotà che dice esserci la necessità di un dialogo serio, un dialogo messo a repentaglio dall’attuale Governo.

Fonte: Radiopopolare

(76)

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.