Menu Chiudi

AUDIZIONI XFACTOR 7 DI GENOVA: CRONACA DI UNA DUE GIORNI DA FAN

941804_600856339932697_1265667614_n

Si sono svolte il 1 e il 2 giugno a Genova presso il 105 Stadium le prime due giornate di audizioni di Xfactor 7 alla presenza dei 4 giudici: Mika, Morgan, Elio e Simona Ventura.

“Posso parlare solamente in inglese, adesso? Perché non ho bevuto sufficientemente espresso italiano…”

chiede Mika ai giornalisti che lo intervistano alla conferenza stampa all’indomani della prima giornata delle audizioni di Genova. In realtà i 4 giudici sono molto stanchi: le audizioni della prima giornata sono terminate alle 2:00 del mattino.

“Io sono la testa di…”

e inanella un’altra parolaccia. Mika è un fiume in piena. La platea dei giornalisti ride alle sue battute, al suo humor inglese all’apparenza elegante ma in effetti alla portata di tutti.

“Sono quello che dice molti più no rispetto a tutti gli altri. Non so perché. Forse sono io quello stupido…”

Video qui

In realtà dimostra di non esserlo affatto. Come ci racconta Marina Dioguardi (@_mari62 ), fan di Mika presente tra il pubblico nei due giorni dell’evento al 105 Stadium di Genova:

Già nella seconda giornata di audizioni ha dato sfoggio della sua competenza in fatto di musica e capacità giudicanti:

“La tua è stata una performance… dritta? Tu hai fatto una performance, lei ne ha fatta un’altra diversa. Vi siete esibiti su due palchi separati”

riprende un duo sul palco che ovviamente reagisce con delusione alla critica all’apparenza delicata ma in realtà feroce:

“Tu non l’hai guardata neppure una volta durante tutto il tempo!”

Il duo, un ragazzo cubano e una ragazza italiana,  si sono presentati per la categoria gruppi e hanno cantato la canzone Killer di Tiziano Ferro e Baby K, hit di questa primavera musicale.  E Morgan, serafico ha dato manforte a Mika:

“Vi ho trovati forti, molto forti. Anche io penso che siate adatti, forse, non propriamente per Xfactor ma per il… cinema! Se Dario Argento ha bisogno di qualcosa di “noir”, avete una componente un po’ sanguigna. Sanguinosa, più che sanguigna, sanguinaria! Una performance sicuramente intensa. Forse non adatta a ciò che cerchiamo per Xfactor ma sicuramente ci sono dei luoghi adatti per voi”

Nei due giorni di audizioni, stando a quanto ha affermato Elio in questa intervista:

hanno visionato 30 aspiranti al giorno per un totale di 60 in tutto.

“Sì, erano tantissimi. E a un certo punto si è esibito questo ragazzo che cantava One Day/Reckoning Song di Asaf Avidan, racconta invece Valeria Provini (@walerria ), fedelissima di Mika, lo segue ai concerti anche all’estero dal 2007  e  in questa occasione ha assistito alle audizioni di Domenica 2 giugno. Il pubblico era tutto in fermento, perché la canzone, lamentosa già di suo, nell’interpretazione dell’aspirante talent era addirittura angosciante. Tutti e 4 i giudici ridevano e aspettavano che terminasse l’esibizione. Quando è toccato a Mika giudicare, ha detto:

“Bene bene. Tu sei incredibile, ma… che lingua? No sinceramente in che lingua hai cantato? Inglese? Inglese di dove?”

E quindi Mika ha continuato:

“Tu hai una voce incredibile. Tu … come si dice delle persone che abitano in Switzerland? –

ha chiesto a Simona

perché tu potresti cantare benissimo il loro canto”

e si è messo a cantare lo Yodel

“Yola la hi hu!!

E poi ha incitato il cantante a cantarlo lui “Dai, canta, prova dai!” E quando il ragazzo ha cantato ha risposto:

“Io non so perché ma la tua voce è forte, tu sei forte come un espresso italiano. Un espresso italiano… molto strano!”

Simona invece ha commentato la performance del ragazzo dicendo che a lei le ricordava

“il deserto. Sai vedo questa distesa di sabbia e il cammello che ti porta lontano. Ma l’importante è dare un’immagine, evocare una visione. Non cantavi fine a te stesso… Sai quest’anno  abbiamo un giudice che con la pronuncia inglese ne capisce, essendo da quelle parti, non è facile per chi, come faccio io peraltro, butta un po’ lì l’inglese. Comunque sei molto divertente”

Il giudizio di Morgan è stato ancora più tranchant:

“Sei un alieno. Davvero, dal vestito, ai capelli alle scarpe, sei veramente “l’uomo che cadde sulla terra”

(citando il film “The men who fell to the earth” di Nicholas Roeg con David Bowie come protagonista del 1976 ndr.)

“Quindi avrai la mia completa… amicizia su Facebook!”

Ed Elio ha concluso dicendogli:

“Sei la cosa più vicina ad Avetik che abbiamo trovato quest’anno!”

Un altra audizione esilarante è stata quella di un aspirante talent che ha cantato Gentleman di PSY, il rapper coreano che ha spopolato quest’inverno con GanGnam Style, racconta Sara Presepi (@Sarina_chan), anche lei presente entrambe le serate a Genova e fan di Mika fin dai tempi di Grace Kelly. Il cantante si è lanciato nel rap di Psy cantando in un “coreano” maccheronico e suscitando l’ilarità generale, sia dei giudici che del pubblico. Quando ha terminato la sua prova, Simona Ventura ha passato la parola a Morgan che ha commentato così:

Sicuramente, non si può negare, che qualcosa è successo! Un accadimento c’è stato. Sei uno capace di trascinare una folla. Su questo non ci piove! Con che mezzi e con che armi è tutto da vedere, però tu, intrattieni!”

Subito dopo Morgan passa la parola a Elio che commenta così:

“Partiamo da questo, il mio artista preferito è PSY!”

Mentre Mika si è detto assolutamente stupefatto:

“Tu in che lingua hai cantato? Coreano? Sei incredibile. Sei il primo cantante che si presenta a Xfactor Italia e che canta in coreano!”

Le audizioni sono terminate anche in questa seconda giornata tardissimo, oltre le 2:00 e i giudici hanno festeggiato l’ultima esibizione con  un ballo sul tavolo  sulle note di Sex Machine di James Brown.

5342_369193036514526_992101079_n

 

L’emozionante esperienza si ripeterà a Milano, il 17, il 18 e il 19 giugno prossimi, con nuove audizioni e con la possibilità da parte dei fan del talent show di partecipare come pubblico a questa fase delle selezioni. Per informazioni:

 http://xfactor.sky.it/2013/05/20/vieni-nel-pubblico-delle-audizioni-di-genova/

(continua)

 

 

(97)

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.