Menu Chiudi

Attenzione agli antibiotici, se assunti nella prima infanzia aumentano il rischio di obesità

Negli esseri umani, gli studi suggeriscono che l’assunzione di antibiotici durante l’infanzia è associata al rischio di sovrappeso“. Ecco quanto affermano i ricercatori della New York University.

I ricercatori della New York University hanno scoperto che la somministrazione degli antibiotici ha conseguenze importanti per le capacità metaboliche dei batteri presenti nello stomaco e per l’aumento della produzione di acido grasso.

I nostri studi sui topi sostengono che l’uso di antibiotici nella prima infanzia aumenta la formazione di grasso e massa corporea“, spiega Martin J. Blaser, direttore del Dipartimento di Medicina all’Università di New York.

Negli esseri umani, gli studi suggeriscono che l’assunzione di antibiotici durante l’infanzia è associata al rischio di sovrappeso“.

Blaser inoltre afferma che l’aumento dei casi di obesità in tutto il mondo coincide con l’uso massiccio di antibiotici. Gli autori di questo studio mettono in evidenza il ruolo che alcuni microbi svolgono nel mantenimento della normale attività metabolica. I loro risultati confermano quanto appena affermato: i bambini trattati con antibiotici hanno maggiori probabilità di diventare obesi.

Dopo sei settimane, i ricercatori hanno scoperto che i topi che avevano assunto antibiotici avevano aumentato dal 10% al 15% la massa grassa rispetto ai non utilizzatori. “Anche se sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questa teoria, la manipolazione del microbiota intestinale potrebbe avere implicazioni per altre malattie” spiega Blaser. “Tuttavia, siamo ancora di conoscere l’impatto di questa scoperta“.

 

Fonte immagine: Flickr Images_of_Money

(27)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.