Menu Chiudi

TORNADO A OKLAHOMA CITY

Mile-Wide_Tornado_R_415225a

L’area sud di Oklaoma City, il centro più popoloso dell’omonimo stato degli USA, è stato colpito da un devastante tornado causando morte e distruzione in particolare nella cittadina di Moore: il bilancio ancora provvisorio viene stimato in 91 morti di cui almeno 20 sono bambini, rimasti sotto le macerie di una scuola elementare andata completamente distrutta. Enorme il numero dei feriti, almeno 140 che hanno preso d’assalto gli ospedali della zona e particolarmente elevato anche in questo caso il numero dei bambini ricoverati con lesioni anche gravi. L’area di Moore è senza corrente e la devastazione interessa oltre 7000 abitazioni nella zona.

Testimoni parlano di un mostro «enorme, sicuro, e spaventoso» e di scenario “apocalittico”. I metereologi sono riusciti a lanciare l’allarme tornado soltanto 16 minuti prima che sulla zona si abbattesse l’inferno «Le nostre peggiori paure sono diventate realtà» dicono gli esperti del NWS, servizio meteorologico nazionale «È stata come una palla da bowling che ha attraversato la città distruggendo tutto quello che si trovava davanti» e purtroppo in tanti non sono riusciti a mettersi al riparo dall’evento atmosferico devastante. Il tornado, infatti, dalla circonferenza di oltre tre chilometri e venti ha raggiunto fino ai 300 chilometri orari e imperversato sull’area per circa 40 minuti.

Gravissimi i danni a uno dei principali ospedali della zona, che è stato evacuato e all’autostrada, chiusa dalle autorità In tutta la zona è stato proclamato lo stato di emergenza.

1369119002-13
Il presidente Barack Obama ha chiamato il governatore dell’Oklahoma, Mary Fallin, dandogli piena assicurazione che, attraverso la protezione civile, l’amministrazione «è pronta a fornire tutta l’assistenza necessaria». Moore è una cittadina che conta circa 55.000 abitanti e su cui già nel 1999 si era abbattuto un terribile tornado che aveva causato la morte di una quarantina di persone.

(66)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.