Menu Chiudi

Siria: Save the Children documenta atrocità sui bambini

Siria e le atrocità sui bambini

I bambini in Siria sono costretti a subire atroci torture, prigionia e rapimenti e tutto questo dovrà essere meglio documentato. Lo afferma una nota dell’associazione britannica Save the Children.

Siria e le atrocità sui bambiniSulla base di numerose testimonianze di bambini siriani rifugiati, Save the Children chiede alle Nazioni Unite di aumentare la propria presenza sul terreno. Questa relazione è arrivata all’inizio della riunione annuale dell’Assemblea generale dell’ONU nella quale vengono documentati numerosi casi di abusi contro i bambini dall’inizio del conflitto in Siria avvenuto 18 mesi fa.

Un ragazzo di 15 anni ha affermato di essere stato imprigionato nella sua scuola e di aver subito bruciature di sigaretta sul corpo. Un altro veniva sottoposto a elettrochoc e rinchiuso in una cella con diversi cadaveri in decomposizione mentre un terzo ha visto con i propri occhi torturare un bambino di 6 anni fino a portarlo alla morte.

Cat Carter, portavoce di Save the Children, ha detto: “Le cose che ho sentito dai bambini è assolutamente spaventosa. Bambini torturati e costretti a rimuovere i cadaveri dalle macerie con le proprie mani”. Il Regno Unito ha quindi invitato l’ONU ad incrementare la propria presenza sul campo per documentare le violazioni in modo che i responsabili possano essere chiamati a risponderne. Secondo l’Onu, più di 20.000 persone sono state uccise dalle proteste anti-governative in Siria iniziate nel marzo 2011.

La violenza continua in tutto il paese e lunedì, i comitati di coordinamento locale della rete attivista dell’opposizione, hanno riferito che almeno 40 persone sono morte negli scontri, di cui 13 ad Aleppo. Tra le vittime vi erano tre bambini di una stessa famiglia uccisi dagli attacchi aerei nel quartiere centrale di Maadi.

L’ONU ha stimato che più di 260.000 siriani sono fuggiti nei paesi vicini, mentre più di 2,5 milioni di persone hanno bisogno di assistenza umanitaria.

Fonte immagine: Flickr da AfghanistanMatters

(32)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.