Menu Chiudi

Nelson Mandela risponde positivamente alle cure contro infezione polmonare

Johannesburg – Il presidente africano Nelson Mandela, oggi ha risposto positivamente alle cure contro l’infezione polmonare che è stata causa del suo ricovero in un ospedale di Pretoria. Questo il primo segno di progresso da quando Mandela è stato ricoverato in condizioni critiche cinque giorni fa.

Nelson Mandela migliora

“Sono lieto di comunicare che Madiba (il nome popolarmente conosciuto in Sudafrica) risponde meglio al trattamento da questa mattina”, ha dichiarato oggi il presidente sudafricano Jacob Zuma.

“Siamo soddisfatti dei progressi che stiamo vivendo ora, dopo i difficili ultimi giorni”, ha detto oggi Zuma, che ha accolto il primo miglioramento Mandela. Il primo presidente nero del Sudafrica ha avuto questi problemi polmonari durante i 27 anni trascorsi nelle prigioni del regime razzista di “apartheid”, contro cui ha combattuto per decenni.

Prima di annunciare la notizia del miglioramento di Nelson Mandela, Zuma ha ricordato che oggi ricorre il 49 ° anniversario della condanna a vita che è stato imposto dopo il cosiddetto Processo di Rivonia, in cui egli è stato condannato per sabotaggio e cospirazione. L’uomo che ha evitato quindi la sua condanna a morte, l’avvocato e amico intimo di George Bizos Mandela, era ora più fiducioso per la sorte di Madiba dopo l’ultimo annuncio di Zuma.

“I tuoi amici sono preoccupati per le sue condizioni, ma si aspettano che la supererai, come hai fatto in passato”, ha detto Bizos, che è stato “d’accordo” con coloro che hanno dichiarato pubblicamente che è venuto tempo di “lasciar andare” Mandela. “C’è una questione pubblica e non siamo in grado di commentare”, ha detto Bizos, sottolineando che si tratta di un tema che riguarda “i membri più stretti della famiglia e dei medici”, che “hanno l’ultima parola.”

Unanimemente acclamato per la sua leadership della transizione democratica, già vincitore del Premio Nobel per la Pace nel 1993, è amato e ammirato dai sudafricani di tutti i gruppi etnici.

 

 

(31)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.