Menu Chiudi

Islanda: Il vulcano Bardarbunga potrebbe minacciare i viaggi aerei

Islanda: Il vulcano Bardarbunga potrebbe minacciare i viaggi aerei

Articolo aggiornato il

Nel 2010, un vulcano islandese dal nome impronunciabile, il Eyjafjallajokull, ha gettato una nube di cenere nel cielo che ha interrotto viaggi aerei a milioni di passeggeri e facendo perdere una piccola fortuna alle compagnie aeree.

Islanda: Il vulcano Bardarbunga potrebbe minacciare i viaggi aerei

Ora un altro vulcano islandese sta creando problemi, e ha sollevato i timori che il caos che ha colpito i viaggi aerei in Nord Europa nel 2010 quando il vulcano Eyjafjallajokull eruttò possa ripetersi.

Mentre non ci sono ancora segni che il magma del vulcano Bardarbunga si stia muovendo verso la superficie, secondo l’Ufficio meteorologico islandese, qualcosa sta però accadendo sotto la superficie della terra. L’ufficio ha comunicato che sono in atto un “insieme di terremoti”, infatti gli scienziati hanno registrato circa 2.600 terremoti avvenuti tra Sabato mattina e il pomeriggio di Lunedì.

Dopo Per questo motivo le autorità islandesi hanno emesso un allarme arancione per l’aviazione, che indica che c’è stata una “forte e crescente preoccupazione per l’elevato potenziale di eruzione”. Gli scienziati hanno notato un aumento dell’attività sismica intorno al vulcano Bardarbunga, situato nella regione nord-occidentale del ghiacciaio Vatnajokull, uno dei ghiacciai più grandi d’Europa, nel corso degli ultimi sette anni, afferma l’Ufficio meteo islandese.

I terremoti possono indicare che ci sarà un’eruzione del vulcano Bardarbunga

Dal Lunedì notte, la maggior parte dei terremoti che si sono verificati sono stati registrati a profondità di 5-10 km. Un maggiore potenziale di un’eruzione vulcanica è dato se il movimento del magma avviene entro 10 km di profondità.

Se il vulcano Bardarbunga eruttasse potrebbe essere una cattiva notizia per i viaggiatori in quanto creerebbe notevoli disagi. La cenere vulcanica, infatti, può essere un serio pericolo per gli aeromobili, in quanto riduce la visibilità, danneggia i comandi di volo e, infine, provocare danni al motore.

“L’eruzione del vulcano Eyjafjallajokull ha costretto la cancellazione e la deviazione di migliaia di voli causando problemi per milioni di passeggeri, e provocando alle compagnie aeree ingenti danni economici”, come ha dichiarato alla CNN, Paul Charles, ex direttore delle comunicazioni per Virgin Atlantic e Eurostar.

L’Autorità dell’aviazione europea, Eurocontrol, ha affermato che sta monitorando la situazione e, al momento, il vulcano Bardarbunga non provocherà alcun impatto sul trasporto aereo. Insiste, inoltre, che sono state apportate modifiche per evitare il tipo di caos verificatosi dopo l’eruzione del vulcano Eyjafjallajokull.

“Attualmente, l’Europa è meglio preparata ad affrontare la cenere vulcanica in quanto disponiamo di migliori soluzioni rispetto a quanto avvenuto nel 2010. Ogni anno, infatti, vengono effettuate prove di gestione della cenere vulcanica. La cenere vulcanica, tuttavia, è ancora un pericolo per l’aviazione in quanto provoca problemi. La sicurezza, come sempre, è la nostra principale preoccupazione “ha dichiarato.

(43)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.