Menu Chiudi

CIA ammette coinvolgimento nel colpo di stato in Iran del 1953

CIA

Washington – La Central Intelligence Agency (CIA) ha formalmente ammesso il suo coinvolgimento nel colpo di stato contro il primo ministro iraniano Mohammad Mosaddeq, nel 1953, secondo i documenti pubblicati oggi dal National Security Archive.

Anche se si è sempre saputo del coinvolgimento degli Stati Uniti e del Regno Unito nel rovesciamento di Mosaddeq, questa è la prima volta che la CIA ha “formalmente ammesso di aver aiutato ad eseguire il colpo di stato”, questo quanto rilevato dal National Security Archive, un centro di ricerca no-profit legato alla George Washington University.

In passato, gli agenti della CIA avevano assicurato che la maggior parte dei documenti relativi al colpo di stato del 1953, durante la guerra fredda e dopo la nazionalizzazione dell’industria petrolifera iraniana, erano scomparsi nel 1960.

Ma i ricercatori del National Security Archive hanno recentemente ottenuto l’accesso ai documenti declassificati dalla CIA. Secondo il dossier, in uno dei documenti dal titolo “Servizio spy Mossadeq,” il primo ministro ha accusato l’Iran di “far finta di essere El Salvador in Iran”, ma, invece, ha lanciato un vasto apparato di spionaggio praticamente in tutti settori della società, compresi i militari, giornali e leader politici e religiosi.

L’Archivio ha elogiato la decisione della CIA di declassificare i documenti, ma ha sostenuto che tale materiale avrebbe potuto essere tranquillamente declassificato “molti anni fa, senza il rischio di mettere in pericolo la sicurezza nazionale“.

La pubblicazione dei documenti è avvenuta alla vigilia del 60 ° anniversario del rovesciamento del Mosaddeq, con l’esplicito riferimento al ruolo della CIA contenuto in un documento intitolato “La battaglia per l’Iran”, risalente alla metà degli anni 1970.

I documenti fanno luce sui dettagli di operazioni di intelligence in operazioni sotto copertura della CIA.

Fonte: Noticias24.com

(100)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.