Arrestato il produttore del video “L’innocenza dei Musulmani”

 Arrestato il produttore del video “L’innocenza dei Musulmani”

Articolo aggiornato il

Los Angeles: Nakoula Basseley Nakoula, 55 anni, il presunto produttore del video “L’innocenza dei Musulmani” che ha scatenato violente proteste in tutto il mondo musulmano provocando diversi morti e feriti, è stato arrestato è gli stato intimato di comparire in tribunale di Los Angeles per violazione della libertà vigilata. Questo quanto affermato dai media locali.

L’esatta natura della comparizione non è chiara in quanto i documenti del tribunale federale sono stati sigillati. I funzionari stanno valutando se Nakoula possa aver violato termini di libertà vigilata per un reato commesso nel 2010 per furto di identità e frode bancaria.

Si presume che, questa volta, la sua presenza in tribunale sia dovuta a una causa intentata presso la Corte Superiore di Los Angeles la scorsa settimana dall’attrice del video incriminato, Cindy Lee Garcia, con l’accusa di violazione dei diritti d’autore. Infatti l’attrice del video trailer “L’innocenza dei Musulmani” afferma di aver firmato il contratto per un film intitolato “Guerriero del deserto” e, nel momento in cui ha visto la vera destinazione del trailer ha denunciato il tutto richiedendo che il video venisse rimosso. Il giudice della Corte Superiore ha però negato la sua richiesta.

Fonte immagine: Flickr da agoolapulapu

(31)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.