Angelina Jolie visita campo profughi in Giordania

 Angelina Jolie visita campo profughi in Giordania

Articolo aggiornato il

Più di 2,5 milioni di persone in tutta la Siria sono state direttamente colpite dalla violenza da una rivolta popolare contro il presidente Bashar al-Assad iniziata a marzo del 2011.
La visita dell’ambasciatore dell’ONU, Angelina Jolie, richiama l’attenzione sulla difficile situazione delle centinaia di migliaia di siriani che hanno abbandonato il loro paese durante questi 18 mesi di spargimenti di sangue. Sono più di 81.000 i rifugiati arrivati in Giordania, e molti altri sono fuggiti in Turchia, Libano e Iraq.

Sono grata alla Giordania e ai paesi limitrofi per aver salvato la vita di queste persone. E ‘una cosa straordinaria“, ha detto Jolie al campo profughi Zaatari in Mafraq. Sono state raccontate storie di orrore da bambini e adulti che hanno vissuto e visto di tutto: uccisioni di massa, torture e violenze sessuali.

Incoraggiamo la comunità internazionale a sostenere il popolo siriano fuggito fino a quando non potranno ritornare a casa propria“, afferma Jolie.

La Giordania ha però raggiunto il limite di ospitatalità dei profughi che stanno ancora cercando rifugio, si renderà quindi necessario costruire campi profughi in più. Il ministro degli Esteri giordano Nasser Judeh, in un comunicato, ha affermato che la Giordania ha mezzi limitati per sostenere questa grave emergenza ma che farà tutto il possibile per aiutare i siriani che cercano rifugio nel loro Paese.

Fonte immagine: Flickr da Gage Skidmore

(31)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.