Menu Chiudi

Perchè scegliere una vacanza a Marsa Alam

Marsa Alam è uno dei più brillanti esempi di evoluzione turistica globale: piccolo villaggio di pescatori fino a poco tempo fa, oggi questa località dell’Egitto, sulla costa occidentale del Mar Rosso, è uno dei fiori all’occhiello del turismo nazionale (insieme a Sharm el Sheikh), e può rappresentare una soluzione ideale per tutti coloro che sono alla ricerca di una buona vacanza all’estero, con la quale rinfrancare il proprio corpo e il proprio spirito, cullati da un clima caldo o mite, e da uno straordinario rapporto tra la qualità della vita e il prezzo dei beni di consumo.

diving_gallery_04Marsa Alam è insomma uno dei punti di approdo fondamentale se si sceglie di effettuare una vacanza in Egitto, ed è spesso al centro di campagne d’offerta molto convenienti nei cataloghi di viaggi. Situata in prossimità del Tropico del Cancro, tra il Mar Rosso e il deserto del Sahara, Marsa Alam presenta una vegetazione ricca di palme e di mangrovie, un mare colmo di pesci (una meravigliosa barriera corallina fa da contorno alla fauna acquatica) e una serie di siti di immersione che costituiranno un vero e proprio paradiso marino per tutti quei subacquei che vorranno trascorrere una vacanza da sogno nel Mar Rosso. Servita da un aeroporto internazionale (inaugurato nel 2001), Marsa Alam ha così potuto eleggersi in qualità di meta di riferimento turistico di tutta la macrozona, percorrendo una rapida strada di crescita e maturazione, già intrapresa da Sharm el Sheikh e da Hurghada.

Una volta (facilmente) convinti della bontà di un viaggio a Marsa Alam, non vi resta che preparare documenti e bagagli, e partire via aereo o via nave (da crociera!). Per quanto attiene i documenti sappiate che tutto ciò che dovete portare con voi per poter viaggiare sicuri e informati è semplicemente un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dal momento dell’arrivo in Egitto (o una carta di identità con validità residua di almeno 6 mesi, con apposizione di necessari timbri). Per quanto concerne i minorenni, anche i bambini potranno viaggiare comodamente nel Paese, muniti di un semplice passaporto personale (non è quindi sufficiente quello dei genitori). Non solo: per evitare problemi in partenza e in arrivo, ricordiamo come sia obbligatorio munirsi di un visto per ognuno dei passeggeri, che potrà essere richiesto direttamente presso gli scali aeroportuali. Il visto verrà apposto su un tagliando che verrà compilato all’avvio, dietro consegna di due foto tessera e esibizione dei documenti di identità. Per evitare qualsiasi disguido, il nostro consiglio è comunque quello di domandare eventuali chiarimenti al vostro consulente di viaggio e, in aggiunta, consultare il sito del Ministero degli Affari Esteri per verificare quali siano le possibili restrizioni legati ai viaggi in tale zona.

image (1)Per quanto infine concerne i bagagli, non sarà necessario viaggiare “pesanti”, anzi. Il clima di Marsa Alam è infatti favorevolmente conosciuto per essere caldo (con punte torride in estate, e miti in inverno). Di conseguenza, potrete certamente viaggiare con abiti leggeri, da arricchire eventualmente in uno dei tanti negozi che troverete nel luogo di arrivo. Di contro, ci preme un’avvertenza in fase di “ritorno” in italia: evitate assolutamente di portare via dalla zona del Mar Rosso qualsiasi bene naturale. Anche se i coralli, le spugne e altri elementi di bellezza del fondale marino di Marsa Alam e dintorni costituiscono una tentazione molto forte, è reato penale cercare di sottrarre via queste bellezze naturalistiche: pertanto, una volta scoperti e multati in dogana, potreste rischiare di essere trattenuti nel Paese.

Rispettate le bellezze di Marsa Alam, e Marsa Alam saprà ripagarvi con quanto di più caro gli egiziani posseggono: la loro cultura, la loro accoglienza, e l’infinita bellezza naturalistica.

(34)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.