Ohio: una donna scopre che il marito era anche suo padre

 Ohio: una donna scopre che il marito era anche suo padre

Articolo aggiornato il

Una donna dell’Ohio ha deciso di raccontare la sua sconvolgente storia e il profondo dolore derivato dalla scoperta che suo marito era anche suo padre.

Valerie Spruill di Doylestown, Ohio, ha scoperto la vera identità del proprio marito sei anni dopo la sua morte, nel 1998, grazie ad uno zio che scelse di dirle tutta la verità. Nel 2004, quindi, Valerie ha avuto la conferma che il suo defunto marito era suo padre grazie a un test del DNA. Valerie ha affermato di non sapere con certezza se il marito/padre fosse consapevole della portata della loro relazione. Lei però presume che lui sapesse la verità ma avesse troppa paura di confessarla.
La donna ha così deciso di raccontare la sua storia in modo che, chi attraversa un periodo difficile, possa ispirarsi a lei.

Se io sono riuscita a superare questo grande trauma, con l’aiuto del Signore, chiunque potrà superare qualsiasi cosa” afferma Valerie.

Suo padre e sua madre hanno iniziato a frequentarsi giovanissimi, all’età di 15 anni, e non si è a conoscenza dell’esatto numero di figli avuti insieme. Valerie afferma di sapere dell’esistenza di sei fratelli. La nonna di Valerie ha cominciato a prendersi cura di lei quando aveva solo 3 mesi e, solo all’età di 9 anni, è stata informata del primo dei molti segreti che giravano intorno alla sua famiglia. Quello che lei credeva fosse il padre in realtà era suo nonno, mentre un’amica di famiglia in realtà era sua madre.

Questa vicenda deve essere raccontata perché i bambini hanno bisogno di sapere da dove provengono“, ha detto Valerie. “E io so che fa male, perché sono stata devastata da tutto questo“. Attualmente è ancora in terapia per cercare di venire a patti con questa difficile rivelazione. Ha inoltre richiesto un trattamento medico per una serie di gravi problemi di salute derivanti dallo stress subito negli anni dopo questa terribile scoperta.

Fonte immagine: Flickr da kudumomo

(70)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.