Menu Chiudi

Germania: delitti neo nazisti trascurati per 10 anni

BERLINO – Il neo-nazismo ritorna alla carica. Una serie di omicidi irrisolti sembrerebbero essere stati commessi da un anello neo-nazista.

Dopo gli attacchi dell’11 settembre negli Stati Uniti, le agenzie di sicurezza di tutto il mondo hanno datto il loro contributo per la lotta contro il terrorismo islamista, e la Germania lo ha fatto con particolare urgenza, in quanto molti dei dirottatori avevano vissuto ad Amburgo. Questo ha però fatto in modo che si trascurasse quello che da anni ormai risulta essere un virus dilagante: il neo-nazismo. Infatti si sono trascurati numerosi episodi di violenza consentendo al neo-nazismo di rientrare in scena.

Anche se i servizi di sicurezza stanno tenendo d’occhio i gruppi neo-nazisti, le valutazioni ufficiali hanno dichiarato che la minaccia del terrorismo di destra era insignificante. Ma mentre le risorse venivano concentrate sull’estremismo islamico, una piccola cellula di neonazisti non è stata individuata mentre operava uccidendo 10 persone in sette anni, nove delle quali con famiglie immigrate.

La scorsa settimana la Germania ha eletto un nuovo capo della polizia che ha promesso di  rivedere i servizi di intelligence del paese. Il nuovo capo della agenzia di intelligence interna della Germania, Hans-Georg Maassen, che da venerdì opera a tutti gli effetti, ha deciso di migliorare le comunicazioni tra il suo ufficio federale e le 16 agenzie di intelligence regionali. Ha promesso una revisione “completa e auto-critica” del lavoro della sua agenzia.

Sebastian Edathy, membro del parlamento della Germania che sta conducendo l’indagine sui fallimenti dell’intelligence, ha detto in un’intervista:  “La società si è concentrata, negli ultimi 10 anni, sulla problema dell’estremismo islamico, ma questa non è la sola minaccia estremista che stiamo affrontando.”

Gruppi anti-neonazisti affermano che l’attenzione data al problema dal novembre scorso ha contribuito a sensibilizzare le agenzie di sicurezza sul potenziale pericolo degli estremisti di destra, ma resta la polemica su cosa fare per combattere il problema.

Ma per molti critici, questo cambio al vertice potrà fare ben poco per correggere le sviste che hanno permesso alla stringa del gruppo neo-nazista di continuare a operare così a lungo. “E’ essenziale tenere a mente che non si dispone di un solo tipo di estremismo, e non si può trascurare una parte di esso per concentrarsi su un altro”, afferma Edathy.

 

Fonte: The Washington Post

Fonte immagine: lukaszduleba

(107)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.