Menu Chiudi

Da dove arrivano muffa sui muri e umidità in casa? Guardiamole da vicino

muffa-muri-umidita

Potrà succedere che ci si ritrovi con della muffa sui muri di casa e la causa di ciò può essere fatta risalire a una delle due opzioni sotto elencate.

La prima: l’umidità arriva da dentro casa, e le cause possono essere diverse (ad esempio perdite d’acqua).

La seconda:  l’umidità arriva da fuori casa e anche qui le motivazioni sono varie (può provenire da sottoterra, ci sono delle infiltrazioni nel condominio ad esempio dai tetti).

   

Umidità di risalita o capillare e muffa sui muri

Con l’umidità di risalita sorgono alcuni problemi in casa come quelli che andremo ad elencare:

Primo:  l’intonaco si gonfia e poi tende ad andare a pezzi.

Secondo: le pareti sono fredde e possono apparire delle macchie che danno sul verdastro.

Terzo: le pareti non sono isolate come dovrebbero, e i sintomi di questo sono presto detti, in inverno avrai muri freddi e in estate il contrario.

Quarto: inizi ad avere qualche problema di salute, questo perché l’umidità di risalita (e l’umidità in generale) nuoce alla salute (ad esempio causa mal di testa e difficoltà respiratorie.
Quinto: Ti tocca pagare di più per il riscaldamento della casa.

Altro elemento rilevante sono le infiltrazioni d’acqua, si nota facilmente grazie alle macchie che appaiono sui muri o soffitto e magari delle gocce d’acqua che scendono da li.

L’argomento successivo da trattare è la condensa.
Si nota facilmente grazie alle pareti che presentano delle macchie nerastre di muffa sui muri. Si può riconoscere anche grazie alle finestre di casa che al mattino presto sono appannate e presentano piccole gocce d’acqua. La condensa è dovuta a quando la quantità di acqua che c’è nell’aria evapora e così si forma la condensa, la soluzione a questo è semplice, basta cambiare l’aria in casa al mattino per mezz’ora circa.
Altri suggerimenti utili sono:

Evitare di stendere il bucato in casa, specialmente vicino ai caloriferi.

Quando si cuoce il cibo usare la cappa aspirante e/o aprire la cucina, accendi la cappa sopra i fornelli e, se possibile, aprire un po’ le finestre. Se il bagno non ha finestre, dopo la doccia,  usare l’aspiratore.

Dopo queste premesse come si fa togliersi di torno l’umidità di risalita e non e le muffe sui muri?

Di seguito alcuni suggerimenti. Sarebbe bene usare principalmente rimedi naturali.

Per le macchie,  non è il caso di usare sempre prodotti chimici, questo perché dopo un tot le macchie torneranno, e spruzzando questi prodotti giocoforza verranno inalati, anche se in misura non rilevante.

Ad ogni modo non è certo consigliabile respirarli

Altra soluzione e probabilmente la più sicura è di rivolgersi a ditte che trattano soluzioni definitive per l’umidità di risalita e muffe, ma assicurarsi che siano dei professionisti nel campo.

(269)

1 Comment

  1. Avatar
    Luigi Tortora

    Buonasera,
    ho letto con molta attenzione il vostro articolo e noto con grande piacere che vi è grande attenzione sul tema. Ho piacere a fornire il mio contributo da “addetto ai lavori” in quanto opero da oltre 30 anni nel settore delle soluzioni contro l’umidità in casa.

    LA MUFFA NON SI FORMA CON:
    1^: Perdita d’acqua ( si crea una macchia d’acqua sulla parete, diventa più scura la pittura, però non si forma muffa, e se si forma è dovuta a un problema di condensa della casa).

    2^: Infiltrazioni (idem come sopra).

    Mi trovo d’accordo in merito alle problematiche relative all’ UMIDITA’ CAPILLARE. Nulla da aggiungere sui punti 1-2 e 3. Il 4° punto è Corretto, perché evaporano microparticelle di pittura e intonaco, che entrano in circolo nell’aria e si respirano. 5°: Corretto, perché l’umidità strutturale, evaporando dalle pareti, aumenta l’umidità medio ambientale della casa. L’ aria contiene così micro particelle di acqua, che devono evaporare, affinché la casa possa raggiungere la temperatura di confort. Un’abitazione di circa 100mq, per raggiungere la temperatura 21/22°C., costa circa un 30% in più.

    CONDENSA:
    La soluzione non è così semplice: non basta arieggiare la casa mezz’ora al mattino, perché d’inverno, quando si forma la condensa, anche l’umidità medio ambientale esterna è elevata.

    Tutti gli altri suggerimenti possono essere utili a diminuire la condensa, però mai elimineranno le muffe.

    Corretto, pulire i muri non serve, anzi più si pulisce e i più i microorganismi diventano resistenti ai prodotti usati, ritornando con più virulenza; perché le spore degli acari e aspergillus, si disperdono nell’aria.

    Murprotec, è una multinazionale leader nel settore delle umidità dal 1954, che propone trattamenti garantiti e definitivi a tutte queste problematiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.