Sirena all’Orizzonte: recensione

 Sirena all’Orizzonte: recensione

Articolo aggiornato il

Sirena All’Orizzonte, un libro scritto da un’autrice di grande spessore, Amneris Di Cesare che nulla ha da invidiare ai big della scrittura.

In questo romanzo si percepisce chiaramente l’emozione.  L’Emozione è la chiave di lettura di ogni parola che letteralmente esplode dalle pagine di questo libro.  Un intreccio di vite, in cui tutti noi ci possiamo specchiare e rivivere delle sensazioni che credevano ormai perdute.

Un esempio lampante è quel buco nero che  Marco, uno dei protagonisti di questa storia, sente in continuazione. Quel “non so che” che riempie di vuoto l’anima di chi lo prova. La ricerca spasmodica di emozioni, di vita vissuta o di amore. Amore mai provato, non quello “vero”, quell’amore che travolge di felicità e disperazione. Crede di averlo trovato con Luisa, una ragazza problematica che decide di sparire all’improvviso facendolo ritornare nel suo vortice. E poi Federico, un personaggio nel quale l’amicizia è la parola chiave. Federico è spensierato e allegro, ma nasconde un’inquietudine fin da quando erano bambini. L’amico innamorato da sempre della fidanzata di Marco: Francesca.

Francesca è un personaggio di questo romanzo che rimane in secondo piano. Ma solo apparentemente. Sì perché Francesca è la ragazza della porta accanto. La ragazza contesa sotto le righe. Quella che, seppur innamorata di Federico, si mette con Marco. Il ragazzo misterioso e affascinante, forse perché sempre alla ricerca di qualche cosa, sempre ansioso di riempire quel buco nero. 

Ma in seguito le strade si incrociano e altri personaggi verranno coinvolti nella vita di questi tre ragazzi spensierati. Federico e Marco decidono di partire per una vacanza all’avventura con Gaetano, un uomo vissuto rispetto a Marco e Federico conosciuto da poco. E così si ritrovano in un posto meraviglioso, con uno scoglio nel quale intravedono una Sirena all’Orizzonte…o forse è una donna in carne ed ossa? Sì, Cecilia, una donna bellissima e irraggiungibile che stravolgerà le vite di questi tre ragazzi. Tre ragazzi che hanno in comune la voglia di cercare la loro sospirata voglia di riscatto. E non solo d’amore, ma anche di perdono.

Amneris Di Cesare scrive questo libro riuscendo a far vibrare ogni corda dell’anima, descrivendo le emozioni dei personaggi protagonisti di questa storia in maniera eccezionale e coinvolgente. Ogni singolo scenario ci fa rivivere il luogo in cui i protagonisti di Sirena all’orizzonte si ritrovano e il viso, ma soprattutto le sensazioni provate da ognuno di loro ben stampato nella nostra mente.

Biografia Amneris Di Cesare:

Amneris Di Cesare, italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Dal 2005 gestisce il F.I.A.E. –   Forum Indipendente Autori Emergenti (http://fiaeforum.freeforumzone.leonardo.it), insieme gruppo e laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci assaggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale uscirà il suo romanzo “Sirena all’orizzonte”.  Inoltre collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica. Collabora inoltre con la rivista letteraria Inkroci (www.inkroci.it) in qualità di traduttrice.

(68)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.