Menu Chiudi

Recensione di: Il destino attende il Canyon di Falcone e Costantini

recensione il destino attende il Canyon

recensione il destino attende il CanyonAutori: Laura Costantini e Loredana Falcone

Collana: i Jackpot

Uscita: novembre 2012

Pagine: 328

Isbn: 978-88-95744-24-7

Trama: È il 1870 e la giovane Kerry Roderyck, abituata al lusso e ai privilegi ma a cui la Guerra di Secessione ha tolto tutto, è in viaggio per lande desolate e praterie sconfinate: un uomo che disprezza la aspetta per fare di lei sua moglie. Shenandoah, la giovane squaw dai grandi poteri, è in attesa di scorgere una visione sul futuro della sua tribù, ma anche sul passato e su ciò che la differenzia dalla sua gente. Le loro piste sono destinate a incrociarsi e allacciarsi, e con esse quelle di David “Coda che Suona”, l’amico degli indiani, e di Daniel “Occhi d’Inverno”, lo spietato assassino di pellerossa. Mentre la guerra tra bianchi e rossi incombe, le vite dei protagonisti, così diverse e lontane tra loro, finiranno per unirsi e cambiare profondamente e dolorosamente.

Laura Costantini e Loredana Falcone sono due donne speciali. E non tanto perché siano donne che scrivono, ma perché scrivono insieme, da anni e hanno all’attivo più di dieci romanzi pubblicati e almeno la metà ancora da dare alle stampe. Scrivono spaziando tra i vari generi letterari e sanno farlo in maniera accurata, competente e professionale. Hanno uno stile asciutto ed essenziale che però sa avvolgere il lettore in un’atmosfera sognante e avventurosa e capace di trasportarlo nel vivo dell’azione e dell’avventura in quel momento descritta. La loro ultima fatica è un genere che da anni, erroneamente, è considerato appannaggio esclusivo degli scrittori uomini: il genere western.

La frontiera, l’avventura nel selvaggio west è scontato pensarli come ambienti per “uomini duri” o “che non devono chiedere mai” e pertanto, scriverne in maniera credibile non può essere fatto da due donne. Laura e Loredana, che amano le sfide esattamente quanto i personaggi che descrivono, hanno deciso di provarci, e con grande successo. Il loro Il Destino Attende a Canyon Apache, Las Vegas Edizioni, è infatti un romanzo molto ben scritto, credibile e soprattutto avvincente.

Le due scrittrici romane attirano il lettore in un agguato esattamente come Kerry Roderick, una delle due eroine di questo western sui generis, e lo fanno cavalcare insieme a personaggi riuscitissimi, quali Occhi d’Inverno, il terribile bounty-killer dagli occhi di ghiaccio e spietato assassino, Shenandoah, fulva mezzosangue e donna medicina apache alla ricerca di se stessa e del suo futuro, Daniel Pinkerton, Iloo e altri in una impressionante gamma di caratterizzazioni e ambientazioni, così accurate da far dimenticare la nebbia invernale delle metropoli in cui viviamo ma offrendo sensazioni reali di vita all’aria aperta, di natura selvaggia e indomita, di cieli stellati e falò improvvisati, regalando emozioni esattamente come se ci si trovasse nel bel mezzo di un film di Sam Peckimpah.

Un bel libro, consigliatissimo scritto magistralmente che lascerà con il fiato sospeso fino alla fine, perché il finale è tutt’altro che scontato e di cui ci auguriamo esca presto un sequel.

(37)

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.