fbpx

Dalle ossa di San Pietro alla Sacra Sindone: reliquie cristiane in mostra

Shares

Una volta, il mondo occidentale era pieno di reliquie. Le ossa, la pelle, unghie e persino le teste di santi sono stati conservati, comprate e vendute, rubate.

San Pietro - Dalle ossa di San Pietro alla Sacra Sindone: reliquie cristiane in mostra

Reliquie di santi e di Gesù Cristo erano il cuore del borgo medievale del cristianesimo . Oggi molte reliquie sono state screditate. Nei Musei i reliquiari sono vuoti, realizzati in oro e argento e carichi di gioielli – ma privi di parti del corpo che un tempo hanno dato loro un significato.

Eppure, alcune reliquie sono ancora amate. Sono sopravvissute  agli scettici, agli scienziati e in alcuni casi l’esposizione dettagliata ha avuto il fine di essere venerato come oggetti sacri. Di seguito le 10 reliquie cristiane in mostra.

Sacra Sindone di Torino

2 - Dalle ossa di San Pietro alla Sacra Sindone: reliquie cristiane in mostra

Nonostante sia stato analizzato dagli scienziati e aver tentato di screditarlo come un falso medievale, questa secolare reliquia recante l’immagine di un uomo è ancora vista da molti come il sudario di Cristo. La sua fama moderna ebbe inizio quando un fotografo ha notato che sembrava più dettagliata in negativo, sottintendendo che l’immagine stessa è un’impronta invertita in “negativo” di un corpo.

Testa di Santa Caterina da Siena

3 - Dalle ossa di San Pietro alla Sacra Sindone: reliquie cristiane in mostra

Questa reliquia è una testa mummificata conservata nella Basilica Cateriniana San Domenico, Siena, e ancora mostrato ai visitatori.  Siena è una città medievale splendidamente conservata, famosa per la sua annuale corsa di cavalli, così come l’arte di Duccio, ma la testa di Santa Caterina scandalosamente ti trasporta in quello che sembra un passato che vive oscuro e primitivo.

Il sangue di San Gennaro

Fedeli  si riuniscono ogni anno a settembre per vedere un miracolo nella cattedrale meridionale della città di Napoli. Il sangue essiccato di San Gennaro , martirizzato nel 4 ° secolo dC, è conservato lì e ha un collegamento organico con il benessere della città.

Leggi anche
Assicurazioni Viaggi, perché farla ? Viaggiare sicuri all’estero

Il Santo Prepuzio

santo prepuzio - Dalle ossa di San Pietro alla Sacra Sindone: reliquie cristiane in mostra

Si dice che quando il giovane Gesù Cristo fu circonciso , il suo prepuzio è stata preservato. Nel medioevo divenne una reliquia molto ambita e diverse chiese sostenevano di possedere tutto o in parte di esso. Tuttavia, le varie reliquie sono stati screditate dalla fine del 18° secolo.

La Lingua di S. Antonio di Padova

Cattolici britannici si sono recentemente riuniti nella Cattedrale di Westminster per rendere omaggio a un pezzo di carne secca e una parte della pelle del viso che si dice essere appartenuto a S. Antonio da Padova. Circa 750 anni fa, è stata trovata la lingua di sant’Antonio perfettamente conservata – una reliquia incorruttibile. Sant’Antonio fu un grande predicatore, la sua lingua apparentemente santificata.

Il dito di San Tommaso

San Tommaso voleva credere nella risurrezione di Cristo, anche se era lì davanti a lui. Così Cristo gli ha permesso di mettere un dito all’interno della ferita fatta al fianco dalla lancia di un soldato romano. Questo avvenimento miracoloso è stato dipinto da Caravaggio . Se avete dei dubbi sulla storia, si può vedere il dito di Tommaso stesso conservato nella chiesa di Santa Croce in Gerusalemme a Roma .

Reliquie di Sainte-Chapelle

sain chapelle - Dalle ossa di San Pietro alla Sacra Sindone: reliquie cristiane in mostra

Il re francese Luigi IX – meglio noto come Saint Louis – era così orgoglioso delle reliquie di Cristo acquistate da Bisanzio, che ha costruito una chiesa a Parigi per conservarle. Sainte-Chapelle è il più grande reliquiario del mondo e una delle più incantevoli e di tutte le chiese gotiche. Oggi le reliquie, tra cui Corona di spine di Cristo , sono custodite nella cattedrale di Notre Dame.

Corpo di San Marco

San Marco fu martirizzato ad Alessandria e il suo corpo è stato miracolosamente preservato. E ‘stato poi portato a Venezia da una banda di veneziani audaci che ha rubato i resti mummificati di San Marco e li ha portati a Venezia. La mummia è tuttora conservata in una tomba nella Basilica di San Marco.

Leggi anche
Gli imperdibili “Suoni delle Dolomiti”

Santa Cecilia

Il corpo perfettamente conservato di questa giovane santa è stato trovato a Roma quattro secoli fa. La scoperta è stata ricordata da una realistica scultura in marmo del cadavere di Stefano Maderno. Questa reliquia può essere visitata a Santa Cecilia in Trastevere, Roma, che conserva le sue reliquie.

Testa di San Giovanni Battista

giovanni battista - Dalle ossa di San Pietro alla Sacra Sindone: reliquie cristiane in mostra

Salomè aveva notoriamente chiesto a Erode la testa di Giovanni Battista su un vassoio. La Cattedrale di Amiens fu costruita nel Medioevo come un santuario proprio per questa reliquia. Una replica della testa del Battista è ancora lì conservato, anche se l’originale è stata rubata nel 19° secolo.

Shares

3 Comments

  • A proposito della Sindone, non si tratta di una reliquia screditata e giudicata un artefatto medievale. Non offendiamo la scienza la quale ha solo fatto degli esami sulla Sindone ma non ha mai avuto tutti i dati sufficienti per potersi pronunciare. Sono stati i giornalisti che, all’uscita dei risultati degli esami al radiocarbonio effettuati nel 1988, per creare articoli che attirassero la maggior attenzione, crearono titoli lapidari, ingiusti e irrispettosi verso quella che è senza dubbio la reliquia delle reliquie. Il tempo farà giustizia. Su molte altre reliquie concordo sul fatto che in passato vi sia stata qualche truffa per attirare i fedeli con le loro offerte, ma si tratta di un’altra storia.

    • Buongiorno Michele, ti ringrazio davvero per il tuo contributo. Per quanto riguarda la parte sulla Sacra Sindone non era sicuramente un modo per offendere la sensibilità di nessuno, ne tantomeno screditarla. Se è stato percepito questo non era sicuramente nostra intenzione. Buona giornata.

  • […] cosa vedere a Padova in un giorno non è per certo facile ma, con questo articolo, vogliamo aiutarti a non perderti nulla di […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.