Menu Chiudi

12 anni schiavo di Solomon Northup

12 anni schiavo

12 anni schiavo12 anni schiavo è la storia autobiografica di Solomon Northup nella quale egli racconta 12 lunghi e difficili anni in cui è stato oggetto della crudeltà più stupida ed inaudita che sia mai esistita al mondo, dopo il nazismo: la schiavitù. Da questo libro è stato anche tratto l’omonimo film di Steve McQueen con Michael Fassbender, Benedict Cumberbatch, Paul Dano, Paul Giamatti e Brad Pitt.

12 anni schiavoQuesta è la storia di Solomon Northup cittadino libero afroamericano a Washington nel 1841. Oltre che un padre ed un marito è anche un eccellente violinista, che cade nelle grinfie di due malfattori che camuffati da artisti dello spettacolo gli propongono un importante ingaggio. Solomon li segue e si ritroverà drogato ed incatenato in una cella, percorso ed umiliato. I due lo hanno venduto come schiavo proibendogli di parlare del suo essere un cittadino libero.

12 anni schiavoDa qui Solomon parte alla volta delle Americhe del Sud dove un avido mercante tratta le persone afroamericane come degli animali, esibendoli nudi ai compratori, privandoli della parola e malmenandoli. Solomon viene comprato da un pastore che si rivela essere un padrone tollerante, al cui soldo però si trovano operai violenti ed analfabeti che provocano Solomon fino a farlo reagire. Il pastore però, non aiuta Solomon a scappare o riavere la libertà ma per evitargli il linciaggio da parte dei suoi sottoposti, lo vende all’unico padrone disposto ad acquistarlo. Il terzo ed ultimo padrone è una persona violenta, morbosa, perversa, con il vizio della frusta e del bere. Così passano i 12 anni di schiavitù di Solomon, venduto, comprato, pestato ed infine aiutato da un bianco diverso da quelli che finora ha incontrato, che lo aiuta a mettersi in contatto con la famiglia e quindi ad essere liberato.

 12 anni schiavoUna storia forte ed importante, quella raccontata in 12 anni schiavo. Una storia che racconta la viltà e la crudeltà scatenata dalle insane idee di supremazia, in questo caso da parte dei bianchi contro i neri. Storia che poi sappiamo ripetersi fra “ariani” ed ebrei nel nazismo e che troviamo anche nel libro La bambina che salvava i libri. Storie che vanno raccontate, per non essere dimenticate, che non devono ripetersi. Solomon è un uomo che ne passa e ne vede di tutti i colori: minacciato, picchiato, umiliato, privato di tutto soprattutto della libertà, tuttavia non si lascia andare alla disperazione, il suo coraggio e la sua speranza non vengono meno e fortunatamente dopo 12 anni il suo incubo è destinato a finire.

Un libro veramente interessante, consigliato a tutti.

(83)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.